Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Rabarbaro, crudo

Il rabarbaro è un ortaggio popolare per il suo sapore piccante e acido, ma anche per le poche calorie che fornisce.
Acqua 93,6%  80/16/04  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Sebbene molte verdure perdano parte dei loro preziosi nutrienti quando sono cotte, il rabarbaro dovrebbe essere consumato per lo più cotto. A causa dell'acido ossalico che contiene in grandi quantità, quando lo consumiamo crudo blocchiamo l'assorbimento di importanti minerali, come calcio, magnesio o ferro. In determinate circostanze, ciò può essere pericoloso, soprattutto per i bambini o per le persone con malattie biliari o renali.

Usi culinari: gli

steli, sempre a seconda della varietà e dell'età, vengono solitamente pelati e tagliati prima di usarli. Per gli usi che vengono dati, sembra più un frutto, anche se in realtà è un ortaggio. Di solito viene preparato sotto forma di marmellata o composta, entrambi su scala industriale. Inoltre, il rabarbaro viene utilizzato anche per produrre succhi e mosti. È raro che sia preparato come verdura. 1

Composizione: gli

acidi della frutta sono importanti per il sapore, in particolare l'acido malico e l'acido citrico, insieme allo zucchero. Le varietà rosse contengono meno acidi della frutta rispetto a quelle verdi. La cultivar conosciuta in alcuni paesi come "Ras Versteeg" contiene circa 1,5 grammi di acido malico e 0,1 grammi di acido citrico per 100 grammi di cibo. Sugli steli possiamo trovare in media 460 milligrammi di acido ossalico anche per 100 grammi. Questa alta percentuale ha effetti sull'assorbimento del calcio da parte dell'organismo. Le persone con problemi ai reni o alle vie biliari, così come i bambini, devono fare attenzione quando lo consumano. 1

L'effetto lassativo del rabarbaro è probabilmente dovuto all'antrachinone, che causa la peristalsi. In medicina vengono utilizzate principalmente le radici del Rheum palmatum , non quelle del rabarbaro che viene consumato come verdura.

Origine e coltivazione:

il nome Rheum rhabarbarum deriva dal latino e significa radice straniera, nel senso di straniero. 1

Il rabarbaro è originario dell'Himalaya.

Cresce in serra o al chiuso. Le condizioni ottimali per il suo sviluppo sono tra 12 e 16 ° C, con circa l'85-90% di umidità relativa. Il rizoma cresce su terreni sciolti e la sua esposizione alla luce quando viene estratta è ciò che influenza il colore degli steli. In Inghilterra, il rabarbaro è stato tradizionalmente coltivato in vasi speciali.

Possibile confusione:

rabarbaro selvaggio non deve essere confuso con farfaraccio o coscia di cavallo. Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo su farfaraccio : contiene alcaloidi derivati da ornitina e lisina, in particolare alcaloidi pirrolizidinici. Possono causare dolore addominale, ascite, perdita di appetito e un notevole aumento dei livelli di transaminasi nel sangue ed epatomegalia. Questi alcaloidi agiscono anche come agenti mutageni e induttori dei tumori del fegato.

Informazioni generali: Il

rabarbaro (Rheum rhabarbarum) è una specie di pianta fanerogam appartenente alla famiglia delle Polygonaceae. Viene coltivato come verdura per il suo gambo commestibile. 2

fonti:

  1. Wikipedia: Gemeiner Rhabarber [in tedesco]
  2. Wikipedia: Rheum rhabarbarum

Ingredient with nutrient tables

Commenti Stampa