Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Bietola, cruda

Sia lo stelo che le foglie della bietola sono commestibili. Il suo sapore ricorda gli spinaci, sebbene la bietola sia più intensa e amara.
Acqua 92,7%  65
Macronutrient carbohydrates 65.16%
/31
Macronutrient proteins 31.36%
/03
Macronutrient fats 3.48%
  LA : ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

La bietola è una verdura a foglia verde ricca di vitamine. Viene utilizzato sia crudo in insalata che cotto in diversi piatti caldi.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «La bietola è una pianta della famiglia Amarantáceas. La bietola è una sottospecie di beta vulgaris, così come barbabietole, barbabietole e barbabietole, anche se a differenza di queste è coltivata per sfruttare le sue foglie anziché le sue radici ».

habitat:

«È originario dell'Europa meridionale, dove cresce spontaneamente nella regione mediterranea. Esistono numerose varietà perché è ampiamente coltivata in tutte le aree temperate del mondo. La varietà coltivata ha una radice più tuberosa di quella selvaggia.

composizione:

“La pianta contiene una straordinaria quantità di vitamina K, oltre alla vitamina A e alla vitamina E. Include anche sodio, magnesio, potassio e ferro. La radice di bietola è ricca di zuccheri che, in un altro momento, venivano estratti mediante cottura. Allo stesso modo, la bietola è un alimento che contiene molto acido ossalico , qualcosa che i pazienti con malattia renale ( calcoli di ossalato) dovrebbero considerare * »

«Il succo contiene fino al 27% di saccarosio, oltre a coniferina, galattinolo, vanillina e una grande quantità di acidi e zuccheri organici. Uno dei suoi ingredienti attivi è la betaina che trasforma i trigliceridi in lipoproteine. Tra gli aminoacidi ci sono isoleucina, glutammina e arginina. Ci sono anche saponine, derivati di xantina e colina ».

Usi culinari:

Entrambi gli steli (pencas) e le foglie di bietola sono commestibili. La bietola può essere consumata cruda, arrostita, cotta, fritta o arrostita e viene utilizzata in gratin, stufati, zuppe e come contorno per carne e pesce.

Tipi di coltivazione:

« Esistono principalmente due tipi di bietole. I loro nomi scientifici sono cambiati quando sono state classificate sottospecie, varietà e forme. Entrambi i tipi sono raggruppati nel sottospec di Beta vulgaris. vulgaris:

  • Beta vulgaris subsp. Vulgaris, gruppo Flavescens . È caratterizzato dall'avere un nervo centrale molto marcato. Il gambo lungo è preparato per il consumo come se fosse un asparago. I pencas possono essere bianchi o rossi. Questi ultimi hanno un sapore più intenso e aromatico.
  • Beta vulgaris subsp. Vulgaris, gruppo Cycla . Ogni volta che ne viene raccolto uno, una nuova bietola esce di nuovo nello stesso posto, che può anche essere raccolta. È resistente all'inverno e inizia a deporre le foglie in primavera. Può essere raccolto non appena se ne va. Alcuni hanno pencas rossi o gialli e possono anche essere usati per decorare * ».

Dati di interesse:

«La bietola, con le sue lunghe foglie fino a 30 centimetri, sembra spinaci. Le foglie possono essere di diversi colori (da pallido, giallo e verde chiaro a verde o rosso scuro), ruvide o lisce. A differenza delle radici, sia le foglie che gli steli possono essere mangiati dalla bietola * ».

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Commenti