Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Noce di macadamia

Originari dell'Australia, sono apprezzati in tutto il mondo. Il suo sapore ricorda le mandorle e può essere velenoso per cani e gatti.
Acqua 1,4%  14/08/78  LA 6:1 ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Le noci di macadamia hanno una buccia particolarmente spessa che, una volta rimossa, scopre un frutto pieno di sapore. Grazie al suo aroma raffinato, la noce di macadamia è considerata una delle noci più gustose al mondo, quindi è anche chiamata la "regina delle noci". Può essere consumato crudo, cotto o arrosto.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «La macadamia è un genere di una pianta arborea della famiglia proteica; Ha descritto 14 specie di cui solo quattro sono considerate valide e sono accettate ».

composizione:

«Le noci di macadamia sono costituite da 7,7% di proteine, 72,6% di grassi e 13,3% di carboidrati. Inoltre, contengono vari minerali, tra cui potassio, fosforo, magnesio, calcio, sodio, zinco e ferro. Oltre ai minerali, ci sono altri componenti, come varie vitamine del gruppo B * ».

utilizzare:

“Solo due specie hanno importanza commerciale nel campo alimentare perché sono le uniche ad avere la noce commestibile: Macadamia integrifolia e Macadamia tetraphylla. Le noci delle altre specie sono velenose a causa della presenza di glicosidi, sebbene questi glicosidi possano essere eliminati da vari processi già noti agli aborigeni.

Oggi la macadamia viene utilizzata anche per la produzione di cosmetici, poiché contribuisce all'idratazione della pelle.

La macadamia contiene acido palmitoleico (C16: 1), un acido grasso omega 7 ed è particolarmente ricca di acido oleico, acido linoleico, vitamina E e steroli (Avenasterol), che gli conferiscono proprietà lenitive e lenitive ».

Tossicità negli animali:

«Le noci di macadamia sono tossiche per cani e gatti, sebbene la ragione non sia nota. Nel caso dei cani, i problemi più comuni sono costipazione, debolezza e paralisi addominale circa dodici ore dopo l'assunzione. A seconda della quantità ingerita e delle dimensioni del cane, possono anche soffrire di contrazioni muscolari, dolori articolari o dolori all'addome. Quando i sintomi sono forti, gli oppiacei possono essere usati per alleviarli. Tra 24 e 48 ore dopo l'assunzione, il recupero è totale.

Nel caso dei gatti, l'assunzione di noci di macadamia può causare tremore muscolare, paralisi, debolezza articolare e febbre alta * ».

tipi:

«Dal 2008, si distinguono solo quattro tipi (rispetto ai dieci precedentemente distinti):

  • Madacamia integrifolia
  • Macadamia jansenii
  • Macadamia ternifolia
  • Macadamia tetraphylla * ».

Dati di interesse:

«Gli alberi producono i primi frutti quando hanno tra i 7 e i 10 anni e possono generare 50 chili per raccolto. La raccolta avviene tra marzo e settembre e in più cicli a seconda del grado di maturazione delle noci * ».

“Nel mercato, le noci vengono quasi sempre sbucciate o lavorate, poiché il loro guscio è molto duro e spesso. Normalmente, non possono essere sbucciati con uno schiaccianoci normale, quindi è meglio usare speciali schiaccianoci a filo * ».

"La macadamia è l'unica pianta alimentare australiana con una presenza considerevole nel mercato occidentale *".

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa