Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Rosmarino, secco

Il rosmarino essiccato ha un sapore speziato, resinoso e un po 'amaro. È usato principalmente come spezia, per la decorazione e per scopi medicinali.
Acqua 9,3%  76/06/18  LA (1.2g) 1:1 (1.1g) ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

A cosa serve il rosmarino essiccato ? È usato come condimento. A differenza di altre erbe aromatiche, il rosmarino difficilmente perde aroma quando viene essiccato. Inoltre, i rami secchi sono usati per decorare. Nella medicina naturale, il rosmarino viene utilizzato per stimolare il flusso sanguigno e gli organi ipogastrici.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Rosmarinus officinalis, rosmarino, è una specie del genere Rosmarinus della famiglia delle Lamiaceae, il cui habitat naturale è la regione mediterranea».

composizione:

  • «Acidi fenolici (caffeico, clorogenico, rosmarinico)
  • Flavonoidi (derivati del luteolo e dell'epigenolo)
  • Olio essenziale (pinene, canfene, borneolo, cineolo, canfora, limonene) 1,2-2%
  • Diterpenes (carnosol, rosmanol, rosmadial)
  • Acidi triterpenici (acido ursolico) 2-4%
  • Alcoli triterpenici (alfa e beta-amirina, betulósido) ».

Usi culinari:

«Il rosmarino è una delle piante aromatiche più apprezzate in cucina per il suo odore gradevole e il sapore che conferisce agli alimenti trasformati, sia carne che pesce e verdure, essendo un classico in alcuni arrosti e stufati al forno. È usato sia fresco che secco. Tra le ricette più comuni che portano il rosmarino ci sono molte salse al pomodoro, l '"Agnello al rosmarino", "capretto arrosto", "Pomodori conditi con olio e rosmarino" o "Spezzatino di coniglio al rosmarino". Questa pianta viene anche utilizzata per personalizzare oli e aceti, incorporando un ramo fresco nel contenitore in cui sono conservati, il che porta grandi sfumature all'infusione ».

Usi medicinali:

«Il rosmarino viene utilizzato principalmente foglie e talvolta fiori. È una pianta ricca di ingredienti attivi.

Con l' olio essenziale che viene estratto direttamente dalle foglie, viene preparato l' alcool di rosmarino , che viene utilizzato per prevenire le ulcere . È anche usato per trattare il dolore reumatico e la lombalgia . Anche sotto forma di tè. Al palato non è molto piacevole perché è un'erba amara. È usato nell'attrito come stimolante del cuoio capelluto (alopecia). L' infuso di foglie di rosmarino allevia la tosse, fa bene al fegato e blocca gli spasmi intestinali . Dovrebbe essere preso prima o dopo i pasti. Il fumo di rosmarino serve come trattamento per l' asma . La canfora di rosmarino ha un effetto ipertensivo (aumenta la tensione) e tonifica la circolazione sanguigna . A causa delle sue proprietà antisettiche , può essere applicato per decotto su piaghe e ferite come una guarigione . Ha anche una leggera qualità di emenagogo . È anche un'eccellente pianta da interno grazie al piacevole aroma che emana. Rosmarino come rimedio casalingo: il tè, il vino, il bagno e l'alcool sono usati per i disturbi di organi nobili come reni, cuore, intestino, ecc., Reumatismi, lesioni muscolari, stress e ansia ».

Origine ed espansione:

"Mediterraneo. Naturalizzato nelle Azzorre, nelle Isole Canarie, a Madeira, in Bulgaria, Ucraina e Crimea. È allevato in tutti i tipi di terreno, preferibilmente secco e un po 'sabbioso e permeabile, adattandosi molto bene a terreni poveri. Cresce nelle zone costiere e di bassa montagna (pendii e colline), dalla costa a 1.500 metri sul livello del mare. Fa parte dei cespugli che si sviluppano in luoghi asciutti e soleggiati nelle aree di quercia, aree degradate da disboscamento o bruciore e pendii pietrosi ed erosi. Fiorisce due volte l'anno, in primavera e in autunno.

Specie della regione del Mediterraneo e del Caucaso, che è stata coltivata fin dall'antichità in tutto il mondo come pianta ornamentale. Esistono più di cento cultivar, alcune delle quali di origine ibrida con rosmarinus eriocalyx.

Nell'editto di Carlo Magno Capitulare de villis vel curtis imperii articolo n. 70, è menzionato sotto il nome di ros marinum ».

Dati di interesse:

«Gli antichi avevano dato al rosmarino il nome di corona di corone perché si intrecciava in esse con mirto e alloro. In alcuni paesi, un rametto di rosmarino è ancora posto nelle mani del defunto o piantato sulla loro tomba.

Nel linguaggio dei fiori, il rosmarino è un simbolo di buona fede e apertura ».

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa