Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Pinoli crudi secchi

I pinoli secchi devono essere conservati in un luogo fresco e buio e consumati rapidamente poiché possono diventare rancidi: 34% di acidi grassi polinsaturi.
  Acqua 2,3%  14/14/72  LA 210:1 ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Secondo Wikipedia (in tedesco), nel 2001 è stato osservato che i pinoli provenienti da Cina e Pakistan potrebbero alterare temporaneamente il senso del gusto. Alcune persone hanno percepito un sapore metallico amaro quando hanno mangiato i pinoli, che potrebbe durare per giorni o addirittura settimane. È importante sapere che è possibile consumare pinoli delle seguenti varietà di pino: Pinus pinea, Pinus cembra, Pinus sibirica Pinus koraiensis, Pinus gerardiana, Pinus pumila, Pinus armandii e Pinus bungeana. I pinoli contengono il 59,9% di grassi, il 16,6% di proteine e il 12,4% di carboidrati.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Il pinolo è il seme della specie del genere Pinus (famiglia delle Pinaceae), proveniente dall'ananas. Circa 20 di queste specie producono pinoli abbastanza grandi da rendere produttivo il loro raccolto; In altre specie, sebbene anche commestibili, sono troppo piccole e inutili per il consumo umano. In Europa, i pinoli provengono da Pinus pinea (pino), che è stato coltivato per i suoi frutti per oltre 6.000 anni e la cui raccolta di alberi selvatici risale a molto tempo fa ».

In cucina:

«In generale, la cucina mediterranea viene spesso aggiunta a carne, pesce, insalate, piatti di verdure e anche dolci e dessert. Nella cucina catalana e valenciana sono spesso usati sia nelle ricette dolci, come pinoli o panellet, come insalata, come gli spinaci catalani. In Spagna si ritiene che il consumo continuo e sostenuto nel tempo aumenti la creatività degli individui. In Messico è un consumo popolare come spuntino e per fare dolci. A livello storico potrebbe essere il cibo di sopravvivenza che ha permesso ai Mexica di fare il loro pellegrinaggio dall'Aztlan ».

«I pinoli sbucciati possono diventare rancidi, poiché hanno un'alta percentuale di grassi: Grassi: 50%, Proteine: 30%, Carboidrati: 11%.

Il suo valore energetico è 2485 kJ (602 kcal) per 100 g. L'olio di pinoli ha un alto contenuto di acido oleico (39,1%) e acido linoleico (46,5%) * ».

Dall'articolo "en.wikipedia.org/wiki/Pinus_pinea#Distribuzione e habitat" : "Il pinus pinea è naturale in tutto il Mediterraneo, essendo la penisola iberica più comune nelle aree centrali e meridionali. La Spagna è il principale produttore mondiale di pinoli, seguita dai paesi del bacino del Mediterraneo, Francia, Italia e Turchia. Nella sola Andalusia ci sono 200.000 ettari, in Castilla y León 90.000 ettari. Nella città di Pedrajas de San Esteban (provincia di Valladolid, Castilla y León) viene lavorato il 90% dei pinoli del paese ».

I pinoli commestibili sono raccolti da pini selvatici, perché ci sono poche piantagioni di pino e perché fino a dopo venti anni, i pini non danno ananas. La raccolta avviene tra ottobre e aprile, momento in cui i collezionisti si arrampicano sugli alberi e battono gli ananas con dei bastoncini in modo che cadano a terra. Gli ananas raccolti vengono essiccati durante l'estate successiva e quando vengono essiccati, i pinoli sgusciati vengono rilasciati dagli ananas. I semi vengono prima immersi in acqua e mediante un processo meccanico il guscio duro e la pelle che copre il seme vengono separati.

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa