Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Biancospino, crudo

L'olivello spinoso ha un sapore acido e amaro. Le sue bacche sono ricche di vitamina C e contengono beta caroteni, tannini e tracce di vitamina B12.
  Acqua 83,3%  52/08/40  LA 1:1 ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Le bacche di biancospino sono ricche di vitamine molto preziose e, inoltre, la loro polpa contiene oli che alleviano le scottature solari, tra gli altri usi. Questa stessa polpa viene utilizzata per preparare marmellate, aromatizzare tè o preparare succhi di restauro per persone convalescenti.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Ippophae rhamnoides o olivello spinoso è una pianta della famiglia delle Elaeagnaceae. È originario dell'Europa, dell'Asia Minore e del Caucaso dove cresce su terreni sabbiosi, dune e mare dove spesso costituisce boschetti. È un cespuglio spinoso che raggiunge 1-3 metri di altezza. Tronco e rami marrone chiaro e squamoso. Le foglie decidue sono strette, lanceolate e argentate nella parte inferiore. I fiori sono piccoli, unisessuali, verdi e formano lunghi grappoli. Il frutto è un achene arancione circondato da un calice carnoso che gli dà l'aspetto di una drupa ».

Uso alimentare:

«Le bacche di biancospino non vengono solitamente consumate crude o appena raccolte, ma, come altre varietà, vengono utilizzate per preparare marmellate, succhi di frutta o disidratati da utilizzare come condimento.

Dalle bacche è possibile ottenere un succo d'arancia denso o nettare che viene miscelato con altri liquidi e utilizzato nei cocktail, oltre alle bevande alcoliche. D'altra parte, è comune che i frutti dell'olivello spinoso vengano utilizzati per aromatizzare tè alle erbe e alla frutta, poiché il suo sapore acido conferisce un tocco molto speciale, ad esempio, al tè rooibos. È anche abbastanza normale che vengano preparati sotto forma di marmellata o purè.

Dai semi si ottiene un olio vegetale molto prezioso, che viene quindi utilizzato per fabbricare prodotti dedicati alla cura della pelle e al cibo, sebbene questo olio non debba essere confuso con l'olio di polpa * ».

composizione:

«Le bacche di biancospino contengono una quantità molto alta e insolita di vitamina C. A seconda della varietà, questa quantità varia da 200 a 900 milligrammi per 100 grammi di polpa. Pertanto, supera di gran lunga la quantità media che possiamo trovare in limoni e arance, che si attesta a 50 milligrammi per 100 grammi. Tuttavia, questi ultimi vengono consumati molto più spesso, il che relativizza i dati. Nel caso del cinorrodo e dell'acerola, i valori sono 1250 milligrammi e tra 1300 e 1700 milligrammi per 100 grammi, rispettivamente, quindi sono molto più ricchi di vitamina C rispetto all'olivello spinoso. Tuttavia, le bacche di olivello spinoso contengono anche quantità significative di beta carotene e tannini .

Nell'olivello spinoso possiamo anche trovare tracce di vitamina B12 , una sostanza che di solito si ottiene principalmente da prodotti di origine animale. Ciò è dovuto alla simbiosi che si verifica con i batteri nel guscio esterno del frutto. La presenza di questa vitamina in alcuni prodotti è solitamente associata all'olivello spinoso. Tuttavia, non ci sono rapporti indipendenti che ratificano queste affermazioni o mettono in relazione questa presenza con alti livelli di cobalamina nell'olivello spinoso.

La polpa di biancospino contiene tra il 3 e il 5% di oli. L'olio di biancospino è ricco di acidi grassi insaturi e carotenoidi. Inoltre, riunisce praticamente tutti i complessi vitaminici * ».

la salute:

«Le bacche di olivello spinoso e l'olio di semi appena raccolti sono usati nella medicina popolare.

I frutti vengono utilizzati per preparare succhi ed estratti. A causa del loro alto contenuto di vitamina C, vengono utilizzati per prevenire i brividi, curare le infezioni e aiutare a recuperare dalle persone convalescenti .

L'olio di olivello spinoso favorisce la guarigione delle ferite, qualcosa di ben noto nell'Europa orientale, dove veniva usato per curare lesioni da radiazioni o ustioni. Tuttavia, i risultati del suo utilizzo nel caso della dermatite atopica non erano convincenti. Nell'Europa centrale, l'olio di semi di olivello spinoso viene utilizzato nella fabbricazione di numerosi prodotti cosmetici * ».

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa