Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

prateria

L'idromele viene usato come dolcificante, è molto solubile in liquidi caldi e freddi. Per i vegani è un'alternativa ideale al miele.
Acqua 22,9%  99/00/01  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

L'idromele è un dolcificante naturale che viene spesso utilizzato come sostituto dello zucchero per addolcire bevande calde o fredde.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «L'idromele (dal Messico, da non confondere con l'idromele che viene anche chiamato idromele), noto anche come sciroppo, tlachique, sciroppo o miele di agave, è la linfa che contiene il germoglio di piante conosciute come magueyes; appartenente alla famiglia delle agave, in particolare pulque magueyes. L'idromele è il materiale base con cui viene prodotta la pulque, una bevanda alcolica di origine pre-ispanica che viene ancora consumata negli stati del Messico centrale. Numerose aziende agricole in quel paese sperimentarono una bonanza derivata dalla coltivazione dei magueyes per l'estrazione dell'idromele, sebbene dagli anni '30, l'idromele fu sostituito dal massiccio consumo di birra ».

composizione:

«L'idromele è composto principalmente da fruttosio e glucosio, essendo predominante la quantità di fruttosio. Il fruttosio (zucchero della frutta) ha un indice glicemico molto basso, quindi l'indice glicemico e il carico glicemico dell'idromele sono i più bassi tra tutti i dolcificanti disponibili a causa dell'elevato livello di fruttosio.

In ogni caso, l'elevata quantità di fruttosio può anche avere effetti negativi. Può causare malassorbimento del glucosio e innescare la sindrome metabolica, nonché ipertrigliceridemia, intolleranza al glucosio e livelli elevati di acido urico * ».

utilizzare:

«L'idromele viene spesso usato come sostituto dello zucchero o del miele in alcune ricette. I vegani usano l'idromele, soprattutto come sostituto del miele. Inoltre, può essere utilizzato per addolcire bevande fredde, come il tè freddo, in quanto è molto solubile.

Esistono diverse varianti di idromele in vendita: trasparente, ambra, scuro e grezzo. L'idromele trasparente ha un sapore praticamente neutro e viene utilizzato soprattutto in piatti dal sapore delicato. Il colore ambrato ha un sapore più o meno forte di caramello e viene utilizzato in alimenti e bevande con un forte sapore proprio. L'idromele scuro ha un forte sapore di caramello e viene utilizzato in piatti dal sapore molto potente. Questa varietà non è filtrata e, quindi, ha una maggiore concentrazione di minerali di agave. Le varietà scure vengono utilizzate per dolcificare, ad esempio frittelle o waffle. L'idromele crudo ha un sapore neutro e delicato * ».

produzione:

Per produrre l'idromele, il nucleo della pianta viene rimosso (deve avere almeno 8 anni) prima che fiorisca. Dalla buca che si forma, si possono ottenere fino a 1,5 litri di succo dolce ogni giorno per un periodo di un anno. Questo succo viene filtrato e riscaldato per ridurre i polisaccaridi a zuccheri più semplici. L'idromele crudo viene confezionato sottovuoto ad una temperatura massima di 45 ° C, che non dovrebbe mai essere superato. Dopo questo processo, la maggior parte degli enzimi e delle sostanze secondarie vegetali viene preservata. Il colore dell'idromele risultante può essere da trasparente ad ambra.

Dati di interesse:

L'idromele ha una ridotta tendenza alla cristallizzazione e una buona capacità di trasformarsi in gelatina.

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa