Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Pak choi (bok choy), crudo

Il pak choi crudo (pak choy, bok choy) ha un leggero sapore di senape. È ricco di vitamine e minerali, oltre che molto popolare nella cucina asiatica.
Acqua 95,3%  56/39/05  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Il pak choi , chiamato anche pak choy o pok choi, è una delle molte varietà raccolte nella denominazione generale del cavolo cinese .

Usi culinari:

negli usi si osserva anche la relazione con il cavolo cinese. Il crudo è usato per preparare insalate, zuppe, stufati e persino piatti wok. Nella cucina asiatica di paesi come la Cina, la Corea, la Tailandia e il Giappone, il pak choi è uno dei tipi di verdure più popolari tra quelli coltivati tradizionalmente.

Nel mondo occidentale, anche la quantità di cavolo di questo tipo che è cresciuta è aumentata in modo significativo. Tra gli altri usi, vengono utilizzati per preparare insalate, minestroni, involtini primavera, lasagne di verdure o wok.

Il pak choi ha un sapore delicato e ricorda noci e senape. Per questo motivo, è noto anche come "cavolo di senape" in alcuni paesi. A differenza di altre varietà, questo ha un sapore molto piccolo di cavolo. Lo stesso potrebbe essere un vantaggio per le persone che hanno una certa avversione per questo tipo di verdure.

Prima di utilizzarlo, le foglie esterne e lo stelo vengono rimossi, sebbene la quantità da rimuovere dipenderà sempre dalla qualità e dal trattamento che hai ricevuto in precedenza. Il resto, cioè foglie, nervi e piccioli, vengono consumati. Il pak choi è delizioso sia crudo che saltato, sotto forma di insalata o in zuppa. Sebbene sia facile da digerire, il pak choi crudo può causare problemi digestivi in alcune persone. In questo caso, di solito aiuta a scottarlo brevemente. Questo processo non influisce sul gusto o sulla consistenza.

Gli usi che possiamo dare sono simili a quelli di bietole o spinaci, che possono essere sostituiti da pak-choi per dare un tocco esotico ai piatti. Per quanto riguarda le spezie, si combina particolarmente bene con coriandolo e citronella. Se decidi di preparare il pak choi cotto, metti gli steli nell'acqua circa un minuto prima di mettere le foglie.

Il pak choi contiene a malapena grassi e richiede pochissimo tempo di cottura, quindi è perfetto se dobbiamo preparare una ricetta veloce. Il tempo di cottura non dovrebbe durare più di due o tre minuti a seconda della temperatura, poiché altrimenti perderemo consistenza, aspetto e vitamine sensibili al calore.

Acquisizione:

in Svizzera, i germogli di pak choi vengono coltivati tra aprile e novembre. La raccolta si svolge otto settimane dopo, quindi durante quel periodo è possibile acquistare pak choi appena raccolti. Allo stesso modo, è anche coltivato in serra, quindi lo troveremo effettivamente durante tutto l'anno in supermercati ben forniti, nei mercati dei prodotti biologici e in alcuni negozi asiatici. Riconosciamo che è fresco quando le sue foglie sono verdi, succose e mantengono la consistenza. Inoltre, se li premiamo leggermente tra le dita, scricchiolano leggermente.

Conservazione:

poiché il cavolo pak choi contiene molta acqua, è meglio prepararlo fresco. Se lasciate a temperatura ambiente, le foglie fresche e ancora croccanti diventano flaccide e rughe dopo alcune ore. Al contrario, se lo avvolgiamo in un panno umido in pellicola di plastica e lo conserviamo nel cassetto per le verdure del frigorifero, viene mantenuto in perfette condizioni per 4-7 giorni.

Composizione:

100 grammi di pak choi coprono oltre il 50% del fabbisogno giornaliero raccomandato dall'Unione Europea di vitamina K e vitamina C (acido ascorbico). Altre importanti vitamine, sebbene in quantità minori, sono l'acido folico , la vitamina A sotto forma di carotenoidi e alcune vitamine del gruppo B come la piridossina (vitamina B 6 ), la riboflavina (vitamina B 2 ) e la tiamina (vitamina B 1 ) . Allo stesso modo, il pak choi copre quasi il 10% del fabbisogno di potassio macrominerale e calcio , nonché dell'elemento traccia di manganese . 1 Troverai informazioni più dettagliate nella tabella nutrizionale in fondo alla pagina.

Oltre ai nutrienti appena menzionati, Pak Choi non trasformato contiene anche sostanze vegetali secondarie come acidi fenolici, flavonoidi e glucosinolati (oli di senape).
In termini di densità nutrizionale, il pak choi è stato classificato in seconda posizione dopo averlo confrontato con 21 piante molto nutrienti. Questi calcoli sono stati effettuati tenendo conto della percentuale media di 17 nutrienti definita nell'ambito di una dieta di 2000 kcal / giorno. 2

Aspetti relativi alla salute:

se lo confrontiamo con altri tipi di cavolo, il pak choi è il più ricco di vitamine e beta caroteni. Promuove la digestione, fornisce poche calorie e la percentuale di acido folico che contiene lo rende particolarmente interessante durante la gravidanza.

Sebbene le quantità siano inferiori, l'influenza di flavonoidi e glucosinolati sulla salute è apprezzata anche quando si mangiano altri alimenti. Mentre i glucosinolati di pak choi sono principalmente "glucoalisine", che hanno proprietà antibatteriche, l'effetto dei flavonoidi non è così chiaro. I diversi complessi flavonoidi hanno un ampio spettro di efficacia: antiallergico, antinfiammatorio, antimicrobico, antivirale, antitumorale e antiossidante, tra gli altri. 4 Tuttavia, non tutti questi effetti possono essere attribuiti alle loro proprietà antiossidanti. 3

Pericoli / intolleranze:

come affermato in un articolo del New York Times del maggio 2010, il problema sono le quantità. Una donna con diabete ha cercato di combattere la sua malattia consumando tra un chilo e un chilo e mezzo di pak choi crudo ogni giorno. Questa misura non solo non ha funzionato, ma ha anche provocato un coma mixedema dopo l'insorgenza e la complicazione dell'ipotiroidismo legato al diabete.

Nell'articolo pubblicato il 20 maggio sul New England Journal of Medicine, i medici dell'Università di New York hanno affermato che, anche se fossero presenti in piccole quantità, i glucosinolati potenzialmente antitumorali di Pak Choi avrebbero potuto sopprimere la funzione tiroidea. 5

Origine:

il cavolo pak choi è originario della Cina centrale, sebbene si sia diffuso lungo il fiume Yangtze. È cresciuto in grandi quantità sia nel suo paese di origine che nel resto dell'Asia. Sebbene preferisca climi umidi e caldi, oggi è coltivato in Europa sia in pieno campo che in serra. Un chiaro esempio si trova nei Paesi Bassi. Possiamo anche piantarlo anche in giardino, dove questa pianta in rapida crescita e perfetta per i climi caldi sarà pronta per la raccolta in due o tre mesi.

Coltivazione e raccolta:

conoscenza precedente: il pak choi è un tipo esigente di cavolo, quindi il terreno in particolare deve essere molto ricco di azoto. Pertanto, la coltivazione regolare richiede misure che compensino questo elevato consumo, come la fertilizzazione con fertilizzanti minerali o organici. Il pak choi non trasporta bene il freddo e si sviluppa in luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati, climi temperati e terreni calcarei sciolti.

Procedura: il cavolo Cak Choi può essere trapiantato o seminato direttamente. Il momento migliore per coltivarli nelle zone temperate d'Europa e in pieno campo è il mese di luglio e l'inizio di agosto. Questo cavolo richiede annaffiature regolari, sebbene sia molto sensibile al ristagno idrico e alle variazioni estreme di temperatura. Fino al momento della raccolta di solito impiegano dalle sei alle dieci settimane. Grazie alla sua crescita relativamente rapida, è meno suscettibile alle malattie. Ci sono anche altre varietà che sono state raccolte in precedenza. Sono spesso conosciuti come "baby pak choi". Troverai informazioni sulla dimensione ottimale per la raccolta nella confezione del seme.

Piante complementari: lattuga, porri e carote sono buoni compagni di groove. Patate e, in generale, crocifissi dovrebbero essere evitati, in quanto sono piante che competono per i nutrienti.

Informazioni generali:

Le varietà di pak choi si distinguono principalmente per gusto, colore e tempo di raccolta. Le piante formano rosette di foglie a stelo corto. Alcune varietà hanno foglie verde scuro e nervi bianchi, che conferiscono loro un aspetto simile a una bietola. In altri, al contrario, i nervi sono verdi (pak choi Shanghai).

Nomi alternativi:

questo cavolo riceve anche altri nomi come:
pak choy, pok choi o paksoi. In inglese è anche conosciuto come bok choi, bok choy. Nei Paesi Bassi è commercializzato principalmente come paksoi. In tedesco e cinese riceve nomi che potremmo tradurre come "senape di cavolo". 6

Fatti interessanti:

dall'articolo di Wikipedia in tedesco: in Cina, la maggioranza della popolazione parla mandarino (circa 955 milioni) e per loro il termine più usato è 青菜 qīng cài (letteralmente "verdura verde-verde"). Sebbene il termine 白菜 sia pronunciato "baak choi" in cantonese, gli stessi caratteri sono pronunciati come "bái cài" in cinese mandarino, per cavolo cinese. 7

fonti:

  1. Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Informazioni nutrizionali sugli alimenti.
  2. Di Noia J. Definizione di frutta e verdura a propulsione: un approccio alla densità nutrizionale. Prev Chronic Dis 2014; 11: 130390. DOI: http://dx.doi.org/10.5888/pcd11.130390
  3. Rudolf Hänsel, Otto Sticher (Hrsg.): Pharmakognosie. Phytopharmazie. 9a edizione. Redazione Springer Medizin, Heidelberg 2009, ISBN 978-3-642-00962-4, S. 1098-1152.
  4. PharmaWiki. Flavoinoide
  5. Rabin, Roni Caryn (24/05/2010). "Regimi: mangia le tue verdure, ma non troppe." Il New York Times Estratto il 03/06/2010.
  6. Wikipedia in tedesco: Pak-Choi.
  7. Wikipedia: Brassica rapa subsp. chinensis

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa