Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Cavoletti di Bruxelles, crudi

I cavoletti di Bruxelles hanno un sapore leggermente amaro. Possono essere consumati crudi, ma più spesso cotti, poiché sono più facile da digerire.
Acqua 86,0%  71
Macronutrient carbohydrates 70.86%
/27
Macronutrient proteins 26.76%
/02
Macronutrient fats 2.38%
  LA : ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

I cavoletti di Bruxelles possono essere consumati crudi (ad esempio, in insalata). Di solito viene servito cotto, poiché è più facile da digerire. Per emanare tutto il suo sapore e ridurre l'amarezza, i cavoletti di Bruxelles hanno bisogno di temperature molto fredde e gelide.

Informazioni generali:

Articolo tratto da Wikipedia in spagnolo: "I cavolini di Bruxelles (Brassica oleracea il gemmifera). Sono un tipo di coltivo invernali, caratteristici germogli commestibili di piccolo diametro (di solito 2,5-4 cm di diametro) che ricordano piccoli cavoli. Il nome è dovuto al suo luogo di coltivazione originale, Bruxelles. È noto per il suo alto contenuto di vitamina A e C e acido folico.»

Composizione e usi culinari:

"La pianta contiene più quantità di vitamine e sali minerali, come la vitamina C, il complesso vitaminico B, la beta carotina, l'acido folico e il calcio, il potassio e il ferro, di solito sono inclusi nelle diete con un alto contenuto di sali minerali e fibre".

"Come altri tipi di cavolo, anche i cavoletti di Bruxelles hanno effetti benefici sulla salute*".

Se lasciati cuocere troppo a lungo, i germogli diventano verdastri e morbidi. Inoltre, il sinosinina glucosinolato, uno dei suoi componenti, fa sì che sviluppino un sapore più forte che potrebbe non piacere a tutti. Questo cambiamento di sapore è attribuito al fatto che contiene zolfo.

Effetti sulla salute:

«Il cavolo è ricco di vitamine e minerali come vitamina C o vitamine del gruppo B, beta carotina, acido folico, potassio, calcio, oltre a ferro, fibre e altre sostanze vegetali. Tutti contribuiscono a rafforzare le difese naturali del sistema immunitario e possono ridurre il rischio di cancro.

I cavoli sono particolarmente ricchi di glucosinolati. Tra le altre cose, le fibre e altri componenti possono aiutare a prevenire la formazione di ulcere gastriche. Inoltre, il consumo di qualsiasi tipo di cavolo può ridurre i livelli di colesterolo e glicemia e regolare naturalmente il sistema digestivo.

Storia:

«Le prime testimonianze della coltivazione dei cavoletti di Bruxelles risalgono al 1587 a Bruxelles in Belgio. Il nome originale in francese è Choux de Bruxelles. Nelle aree di lingua tedesca sono conosciuti come "Brüsseler Sprossen" o "Brüsseler Kohl". All'inizio del diciannovesimo secolo, i cavoletti di Bruxelles iniziarono a guadagnare popolarità come ortaggi invernali in tutta Europa e si espansero anche negli Stati Uniti. Oggi i cavoletti di Bruxelles vengono coltivati principalmente nei Paesi Bassi, in Francia e nel Regno Unito*».

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Commenti