Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

avellana

Le nocciole consumate oggi non provengono dalla nocciola comune (nocciola Corylus), ma dalla nocciola Lambert (Corylusmaxima).
Acqua 5,3%  18/16/66  LA (7.1g) !:0 (0.1g) ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «La nocciola è il frutto tipo nocciola della nocciola comune, la nocciola Corylus. Etimologicamente deriva dal latino Nuxabellana, "frutta secca o noce di Avella", comune della provincia italiana di Avellino. Ha una forma sferoidale, con un diametro approssimativo da 10 a 15 mm. È formato da un guscio fibroso esterno che circonda una copertura liscia in cui è alloggiato il seme. Il guscio fibroso si asciuga durante la maturazione » .

Valore nutrizionale e benefici:

«Altamente nutriente per il suo contenuto proteico, grasso e minerale. In precedenza erano raccomandati come rimedio contro i morsi di animali velenosi, la cura di amebiasi, tosse e uricemia; nelle cerimonie matrimoniali era considerato un emblema della fertilità ».

«Ha un alto valore nutrizionale: 16% di proteine e 62% di oli insaturi. Contiene inoltre livelli significativi di tiamina, niacina e alti livelli di calcio, fosforo, magnesio e potassio ».

Commercio di nocciole:

«Il nocciolo del seme è commestibile come frutta secca, usato sia crudo che cotto (intero o in pasta). La pelle scura che copre il seme ha un sapore amaro, quindi a volte viene rimossa per il consumo. [...]

Le nocciole sono utilizzate abbondantemente in pasticceria, caramellate o mescolate al cioccolato. È uno degli ingredienti principali delle creme al cacao o simili, come Nutella, Nocilla o Duvalín. La pasta di nocciole è uno degli ingredienti principali delle varietà viennesi.

Le nocciole appartengono alla famiglia delle Betulaceae e al genere Corylus. Hanno bisogno di un clima temperato, ma umido, per crescere senza problemi. È originario di Ponto in Asia Minore. Ci sono prove che era già stato consumato in Mesopotamia, nel Neolitico, perché disegni e resti sono stati trovati nelle grotte. I Greci lo portarono in Grecia e da lì si diffuse in altri paesi. È arrivato in Spagna nel 19 ° secolo. Sono così apprezzati che alcuni di loro hanno la loro denominazione di origine come Reus Hazelnut. I principali paesi produttori di nocciole sono Turchia, Italia, Stati Uniti, Spagna, Azerbaigian, Cina e Iran ».

Principali esportatori:

«I principali esportatori di nocciole sono la Turchia e l'Italia. La raccolta turca di nocciole rappresenta il 70% della produzione mondiale. Nel 2014, a causa delle sfavorevoli condizioni climatiche nell'area turca del Mar Nero, la produzione di nocciole è diminuita di oltre 400.000 tonnellate, con un conseguente aumento dei prezzi. Nel 2015 sono state coltivate 733.000 tonnellate di nocciole in Turchia, che ha raddoppiato la quantità dell'anno precedente * ».

Requisiti per la lavorazione industriale:

«Per la lavorazione industriale (tostatura) vengono utilizzati frutti con un diametro compreso tra 9 e 13 mm. Le nocciole industriali sono tostate e sbucciate. Le nocciole tritate o l'olio ottenuto da esse vengono utilizzate per pasticceria, dolci o gelati. La torrefazione rafforza il sapore della pralina. Per la pralina bianca viene rimossa la pelle di nocciola * ».

tipi:

“Esistono numerosi tipi di colture da cloni selezionati di piante selvatiche che crescono vegetativamente. Alcune colture provengono dall'incrocio sessuale tra piante dello stesso tipo e altre da incroci tra tipi diversi. Le colture nel Mar Nero e nel Caucaso e nelle aree del Mediterraneo sono geneticamente e morfologicamente distinte e provengono da diversi metodi di domesticazione * » .

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa