Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

mandorla

Le mandorle sono versatili: crude, cotte al forno, in crema o olio. Le mandorle amare sono tossiche se consumate crude, poiché contengono tonsillina.
Acqua 4,4%  23/23/54  LA (12.3g) !:0 (0g) ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Le mandorle sono il frutto del mandorlo e hanno molti usi diversi. Uno di questi è il suo uso come ingrediente nei piatti da forno, come spuntino crudo, per la produzione di mandorle tostate o sotto forma di olio di mandorle.

Le mandorle hanno un alto contenuto di grassi (49%), di cui solo il 7,4% sono grassi saturi. Non contengono grassi trans ed è una buona fonte di ferro .

Mentre le mandorle dolci possono essere consumate crude senza scrupoli, è consigliabile prendere precauzioni quando si consumano mandorle amare a causa della sostanza tossica tonsillina, un glicoside cianogenico che si trasforma in acido cianidrico in presenza di determinati enzimi nel corpo. È consigliabile prestare particolare attenzione ai bambini, poiché la loro tolleranza a questi composti è significativamente inferiore a quella degli adulti. Tuttavia, se riscaldato, l'acido cianidrico diventa innocuo.

storia:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: « Il mandorlo è stato coltivato in Spagna per oltre 2000 anni, probabilmente introdotto dai Fenici e successivamente propagato dai Romani, poiché entrambi commerciavano, come è stato dimostrato dai resti trovati in navi affondate. La sua coltivazione è stata inizialmente stabilita nelle aree costiere, dove continua a predominare, ma è stata introdotta anche nell'entroterra e persino nelle aree settentrionali, dove il clima non è molto favorevole.

Uso culinario:

«Nella pasticceria spagnola viene ampiamente utilizzato come ingrediente nella preparazione di dolci tradizionali come (torrone), marzapane, torte (torta di Santiago), gelati, dolci, snack, ecc. Anche l'Horchata alle mandorle è molto consumato ».

proprietà:

«Sin dai tempi antichi, diverse parti della pianta sono state utilizzate come antitosse, ipotensive ed epatoprotettive, tra le altre. Le sue proprietà principali sono quelle emollienti dermatologiche, lassative, antinfiammatorie, cicatrizzanti e antispasmodiche. Anche il latte di mandorle e l'olio sono stati usati, come applicazione esterna, per la cura della pelle.

In medicina, l'olio di mandorle viene utilizzato per il trattamento di dermatiti, psoriasi, pelle secca, ustioni superficiali e costipazione.L'olio della variante amara è antispasmodico a piccole dosi, ma dovrebbe sempre essere ottenuto sotto prescrizione medica a causa della tossicità delle piante. Inoltre, il latte di mandorle ha un'applicazione dietetica a causa del suo alto contenuto di nutrienti ».

Valori Nutrizionali:

« Ogni 100 g di mandorle comuni forniscono un valore energetico di 2423 kJ o 579 kcal, che a sua volta è suddiviso in carboidrati (21,55 g) di cui 4,35 g sono zuccheri, grassi (49,93 g) del quali 3.802 g sono saturi, 31.551 g sono monoinsaturi, 12.329 g sono polinsaturi e 0,015 g sono acidi grassi trans, proteine (21,15 g), fibre (12,5 g) e acqua (4,41 g). A loro volta, questi 100 g di prodotto forniscono i seguenti minerali essenziali: Calcio (269 mg), Ferro (3,71 mg), Magnesio (270 mg), Fosforo (481 mg), Potassio (733 mg), Sodio (1 mg ), Zinco (3,12 mg), Rame (1.031 mg), Manganese (2.179 mg) e Selenio (4,1 mcg).

Ogni 100 g di mandorle comuni forniscono le seguenti vitamine, B1 o Tiamina (0,205 mg), B2 o Riboflavina (1.138 mg), B3 o Niacina (3.618 mg), B5 o acido pantotenico (0,471 mg), B6 (0,137 mg), Acido B9 o folico (44 [Microgram | mcg]]), colina (52,1 mg), carotene (1 mcg), E o α-tocoferolo (25,63 mg), tocoferolo beta (0,23 mg), tocoferolo gamma (0,64 mg), delta tocoferolo (0,07 mg), luteina + zeaxantina (1 mcg) e A o retinolo (2 UI) ».

Avvertenza sulla tonsillina : «In caso di sovradosaggio, questa sostanza può essere pericolosa. Si trova naturalmente nei semi di albicocca (albicocca, albicocca), mela, uva, anguria, alcune noci e, soprattutto nelle mandorle ».

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa