Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

nasturzio

Il nasturzio è originario dell'America centrale e meridionale. I suoi fiori gialli e arancioni decorano i giardini e arricchiscono le insalate con la loro picca
Le informazioni che abbiamo raccolto sull'ingrediente sono quasi complete e mostrano i dettagli.
90,6%
Acqua
60
Macronutrient carbohydrates 60%
/34
Macronutrient proteins 33.75%
/06
Macronutrient fats 6.25%
Ω-6 (LA, <0.1g)
Acidi grassi Omega-6 come l'acido linolenico (LA)
 : Ω-3 (ALA, <0.1g)
Acidi grassi Omega-3 come l'acido alfa-linolenico (ALA)
 = 0:0

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

I nasturzi ( Tropaeolum ) si distinguono soprattutto per i loro fiori gialli, arancioni o rossi. Sono le uniche specie vegetali della famiglia delle Tropaeolaceae, all'interno dei Brassicales.

Usi culinari:

solo Tropaeolum majus L è coltivato per cucinare. Il resto delle varietà sono usate per decorare.

Le giovani foglie e fiori hanno un piacevole sapore speziato e vengono aggiunte crude a insalate e antipasti. I bellissimi fiori di questa pianta possono essere usati come ornamento commestibile in insalate e dessert, mentre i boccioli chiusi e i semi verdi sono macerati in aceto e salamoia e sono usati come sostituti dei capperi.

Il cappuccino tuberosa ( Tropaeolum tuberosum ) è un tubero che viene consumato in Sud America.

Composizione: i

nasturzi hanno glucosinolati e oli essenziali che contengono acido erucico. L'isotiocianato di benzile ha effetti antibatterici e migliora la circolazione. Inoltre, i nasturzi sono ricchi di vitamina C e di diversi enzimi come la mirosinasi (link in inglese).

Tutte le parti superiori della pianta contengono sostanze vegetali secondarie come i polifenoli , incluso l'acido clorogenico e un glicoside quercetinico la cui struttura non è chiara, così come i pigmenti vegetali ( flavonoidi ). Piccole quantità di glicosidi di kaempferol e più flavonoidi si possono trovare nei fiori, come cianidina e antocianine di pelargonidina. I fiori contengono grandi quantità di carotenoidi .

Farmacologia:

- Usi tradizionali : tradizionalmente è stato usato per trattare infezioni e raffreddori del tratto urinario. 1

- Controindicazioni : in alte concentrazioni, gli isotiocianati sono tossici. Tuttavia, le quantità tossiche non vengono raggiunte con prodotti vegetali naturali. Gli oli essenziali di senape sono piccanti e non sono adatti a bambini o neonati. Né dovrebbero essere usati in caso di ulcere allo stomaco, intestino o malattie renali. Se il disagio persiste, è meglio andare da un professionista. I produttori forniscono elenchi con tutte le precauzioni da prendere. 1

- Interazioni : gli isotiocianati di benzile possono ridurre la tolleranza all'alcool. Pertanto, i prodotti a base di nasturzio e alcool non devono essere consumati contemporaneamente. 1

- Effetti indesiderati : l'isotiocianato di benzile può causare irritazioni alla pelle o alle mucose (problemi di stomaco o intestinali) a persone sensibili, oltre a nausea, pressione nella parte superiore dell'addome, diarrea, flatulenza e bruciore di stomaco. Per ridurre questi disagi, si consiglia di consumare i preparati dopo i pasti e con abbondante liquido. 1

Usi medicinali:

i componenti dei nasturzi, come gli oli di senape, agiscono contro determinati virus, batteri e funghi . Se applicati esternamente, stimolano la circolazione. I nasturzi possono essere usati per combattere il dolore, accelerare la guarigione delle ferite, l'acne e alleviare i problemi digestivi. In combinazione con rafano vengono utilizzati per trattare le infezioni del tratto urinario e del tratto respiratorio superiore.

Alcuni studi hanno testato gli effetti antibatterici degli isotiocianati benzilici dei nasturzi contro batteri gram-positivi (enterococchi e stafilococchi) e batteri gram-negativi (Escherichia coli, Haemophilus influenzae, Proteus mirabilis, Acinetobacter, Enterobacter spp.). Sono stati anche osservati effetti antivirali. Gli isotiocianati di benzile sono anche antifungini, quindi agiscono contro funghi e lieviti. Ad esempio, i sucromiceti e alcune specie candide reagiscono a loro. 2

In pratica, i nasturzi sono combinati con rafano per trattare e prevenire le infezioni del tratto urinario e delle vie aeree superiori. Nell'aggiornamento della linea guida S3 per il trattamento di lievi infezioni del tratto urinario , l'uso di cappuccino e farmaci a base di ravanello è indicato come trattamento naturale in caso di infezioni ricorrenti della vescica. 2

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia : il nasturzio, il taco della regina, lo sperone galante, il fiore di sangue, le piaghe di Cristo, la marañuela, l'India o il pelón, è una pianta ornamentale originaria dell'America che viene coltivata in parchi e giardini . Nelle zone costiere della Spagna è stato selvaggio. 3

È una pianta annuale, senza peli, succulenta ed estesa. Esistono numerose varietà con fiori rossi, arancioni o gialli, il calice ha cinque sepali e la corolla ha cinque petali irregolari. I fiori e le foglie hanno un sapore speziato simile al crescione.

Fatti interessanti:

il termine tropaeolum deriva dal greco Τροπαιον, o piccolo trofeo, a causa della disposizione delle sue foglie e dei suoi fiori. In alcune zone è chiamato cappuccio di un monaco, che esprime la forma dei suoi fiori. I gesuiti introdussero la pianta in Europa nel XVI secolo, dimostrando il suo uso culinario, sia delle sue foglie che dei suoi fiori. Si chiamava Masturbazione delle Indie, crescione del Perù o dei Gesuiti. 3

fonti:

  1. PharmaWiki in tedesco. Kapuzinerkresse [Internet]. Versione 02.04.2018 [citato il 04.20.2018]. Disponibile su: pharmawiki.ch/wiki/index.php?wiki=Kapuzinerkresse
  2. Wikipedia in tedesco. Kapuzinerkresse [Internet]. Versione del 04.13.2018 [citato il 04.20.2018]. Disponibile su: de.wikipedia.org/wiki/Gro%C3%9Fe_Kapuzinerkresse
  3. Wikipedia. Tropaeolum majus [Internet]. Versione del 24.11.2017 [citato il 04.20.2018] Disponibile su: en.wikipedia.org/wiki/Tropaeolum_majus

Commenti