Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Epazote, crudo

L'epazoto, noto anche come paico, è una pianta aromatica e medicinale originaria dell'America. Le foglie non possono essere mangiate in grandi quantità!
Acqua 89,2%  90
Macronutrient carbohydrates 89.75%
/04
Macronutrient proteins 3.98%
/06
Macronutrient fats 6.27%
  LA : ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

L'epazoto riceve numerose denominazioni, anche se è così che si sa di solito in Europa. Un altro dei suoi nomi più comuni è paico. Questa pianta azteca ha un sapore acerbo che ricorda pepe e limone, con un notevole tocco di menta se consumata cruda. È parte integrante della cucina sudamericana.

Usi culinari:

Nella cucina messicana, l'epazote è una parte indispensabile delle tradizionali salse al peperoncino e piatti a base di fagioli. Le foglie di epazoto sono usate fresche o disidratate. Oltre a contribuire a ridurre la flatulenza, sono anche perfetti per aromatizzare piatti tipici come enchiladas, quesadillas, zuppe, talpa, tamales, chilaquile, zuppe o patate. È anche un ingrediente importante nella salsa verde con cui vengono accompagnati i chilaquile. Inoltre, viene aggiunto anche al riso fritto.

Oltre ad essere usate come spezia o, più raramente, come ortaggio a foglia, le foglie dell'epazote vengono utilizzate per preparare una tisana alle erbe o medicinali, noto anche come tè messicano o tè dei gesuiti. Le foglie scottate sono un buon sostituto del tè stesso. I semi cotti sono commestibili. Prima di cucinare è importante lavarli accuratamente per rimuovere quanta più saponina possibile.

L'erbe aromatiche vanno utilizzata preferibilmente fresche, poiché disidratate perdono gran parte della loro diversità aromatica. L'epazoto crudo ha un sapore leggermente speziato con tocchi resinosi, simile all'origano, al finocchio o al dragoncello, solo notevolmente più forte. La sua fragranza difficile da descrivere è spesso paragonata alla trementina (resina) e al creosoto (olio di catrame). Le rinfrescanti sfumature di menta, limone e satureja completano la diversità e la complessità dei sapori e delle fragranze dell'epazoto.

Un articolo che non solo i vegani e i vegetariani dovrebbero leggere:
La dieta vegana potrebbe non essere sana. Terroristi della nutrizione
.

Acquisizione:

In Europa, l'epazoto può essere acquistato solo tramite Internet, sia foglie fresche che disidratate. Viene anche commercializzato l'olio essenziale di Epazote.

La pianta selvatica:

L'epazote si trova raramente nell'Europa centrale. Li possiamo trovare in discariche, coste o terreni sassosi, sabbiosi o argillosi. L'epazote raggiunge un'altezza compresa tra 0,3 e 1,2 metri e ha foglie lunghe fino a 12 cm, lanceolate e finemente dentate che crescono su rami densamente ramificati e delicati. Durante l'estate, la pianta dà piccoli fiori verdi. Seguiti da frutti bruno-verdastri, ciascuno con un seme nero.1

Proprio raccolto:

L'epazoto è una pianta annuale o di breve durata moderatamente resistente; Può essere coltivato permanentemente in aree senza cambiamenti improvvisi. Idealmente, piantalo in un luogo raccolto prima che germina. I semi iniziano a germinare a temperature intorno ai 20 °C, circa. Le piantine vigorose possono essere piantate fuori o tenute in vaso al chiuso.

Conservazione: 

Conservare l'epazoto disidratato in un luogo asciutto e al riparo dalla luce solare. Va notato che una buona parte degli aromi viene persa dopo il processo di disidratazione.

Composizione:

Foglie e semi contengono oli essenziali.1 La percentuale di olio è di circa lo 0,7% ed è più alto durante la fioritura, prima che i semi maturino. Quasi la metà dell'olio essenziale è ascaridolo.2

Aspetti relativi alla salute:

L'epazoto è un'erba aspra, astringente e fortemente aromatica che è responsabile dell'eliminazione dei parassiti nell'intestino. Inoltre, favorisce la sudorazione, previene i crampi e ha proprietà espettoranti. Inoltre, sia la pianta che il suo olio possono essere usati per curare i funghi ai piedi e le punture di insetti.1

Pericoli / Intolleranze:

Un sovradosaggio di epazoto provoca vertigini, vomito, convulsioni o persino morte. Per questo motivo, le foglie dovrebbero essere consumate solo in piccole quantità. Ci sono stati casi di morte.3 Inoltre, l'ascaridolo è un allergene ed è per questo che viene venduto solo diluito e deve essere usato in piccole quantità.4 I semi maturi e crudi non dovrebbero essere mangiati, perchè sono velenosi.

Usi medicinali:

Internamente, l'epazoto può essere usato per trattare nematodi, ancilostomidi e cestodi, nonché asma, raffreddori e dissenteria amebica. Le persone in gravidanza dovrebbero astenersi dall'utilizzare l'epazote.1 I trattamenti con l'epazote devono avvenire solo sotto controllo medico a causa della sua tossicità.

Epazote è anche considerato un rimedio per la zona gastrointestinale e problemi correlati come flatulenza, mal di stomaco o coliche. Applicata esternamente, l'erba ha un effetto cicatrizzante e disintossicante (ad esempio per i morsi di serpente) e può alleviare il disagio causato dalle emorroidi.2

Origine:

Questa pianta, originaria delle aree tropicali e subtropicali dell'America, si è espansa attraverso le zone calde del mondo attraverso la semina o la naturalizzazione. La pianta amante del caldo cresce nelle regioni temperate dell'Europa centrale, in luoghi particolarmente riparati a bassa quota. Nell'Europa meridionale possiamo trovare una specie caratteristica e affine, il Chenopodion murale.5

Informazioni generali:

L'epazoto messicano (Dysphania ambrosioides) è una pianta con un aroma intenso che viene utilizzata come pianta medicinale e come condimento. È una pianta della famiglia delle amaranthaceae.

Altre denominazioni:

Oltre a numerosi nomi alternativi, l'epazote è il più comune. Viene anche denominata come paico, acahualillo, tè di milpa, ambrosia, erba sacra, epasota, pasota, pazota, yerbasanta o epatl.6

Fonti:

  1. Bown, Deni: Kräuter. Die grosse Enzyklopädie. Anbau und Verwendung. 2nd edition (2015); Dorling Kindersly GmbH. München.
  2. Piante per un futuro. Chenopodium ambrosioides - L.
  3. Wikipedia in inglese. Dysphania ambrosioides.
  4. BM Hausen et al.: I prodotti di degradazione dei monoterpeni sono gli agenti sensibilizzanti nell'olio dell'albero del tè. Am J Contact Dermat. 10.02.1999. S. 68–77; PMID 10357714
  5. Wikipedia in tedesco: Mexikanischer Drüsengänsefuss.
  6. Wikipedia in spagnolo: Dysphania ambrosioides

Commenti