Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Polpa di cocco, grezza

La polpa di cocco fresca e cruda è deliziosa come antipasto, anche se può anche essere grattugiata e aggiunta a macedoni, dessert o piatti gustosi.
Acqua 47,0%  29/06/64  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

La polpa di cocco è la parte interna del cocco, il frutto dell'albero di cocco. Anche se il suo sapore ricorda un po 'quello delle noci, il cocco non è considerato un frutto secco in botanica, ma una drupa. La polpa di cocco può anche essere consumata sotto forma di scorza, nel qual caso deve essere asciugata e grattugiata per prima.

Informazioni generali sul cocco:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: « La palma da cocco (Cocos nucifera), è una specie di palme della famiglia delle Arecaceae. È monotipico, essendo la sua unica specie Cocos nucifera. Un tempo questo genere aveva molte specie indipendenti da questo genere, alcune verso il genere Syagrus, tassonomicamente parlando, le specie più vicine sono Jubaeopsis caffra dal Sudafrica e Voanioala gerardii dal Madagascar. Cresce circa 30 metri o più e il suo frutto è cocco ».

Il cocco usa:

« La palma da cocco è tra le piante più antiche utili ed è sfruttata in molti modi. La sua polpa essiccata si chiama copra e contiene il 60-70% di lipidi; Dall'olio di copra si ottiene l'olio, usato nella fabbricazione di margarina e sapone . Il legno di cocco viene utilizzato per l'edilizia.

Le fibre che circondano il frutto della noce di cocco vengono utilizzate per realizzare spazzole, materassi e corde. Nelle isole caraibiche è comune aprire noci di cocco verdi con un machete per estrarre l'acqua dalla frutta e consumarla come bevanda rinfrescante ».

Informazioni sul cocco:

«Il cocco è un frutto tropicale ottenuto dalla palma da cocco (Cocos nucifera), la palma più coltivata al mondo. Ha un guscio esterno spesso (esocarpo) e un mesocarpo fibroso e un altro interno duro, peloso e marrone (endocarpo) a cui è attaccata la polpa (endosperma), che è bianca e aromatica. Misura da 20 a 30 cm e pesa 2,6 kg.

Il prodotto principale esportato dalle diverse aree di coltivazione è la copra non trasformata, seguita dalla noce di cocco essiccata. In alcuni paesi europei, la noce di cocco fresca trova il suo miglior sbocco; protagonista indiscussa di fiere e sagre e di uso comune in molteplici preparazioni di pasticceria artigianale e industriale. Il mercato più interessante sia in Asia che in Europa e Nord America è quello dell'acqua di cocco in bottiglia; di grande accettazione e maggiore richiesta ogni anno. L'acqua di cocco non deve essere confusa con il latte di cocco, poiché il latte di cocco si ottiene schiacciando la polpa e l'acqua di cocco si trova naturalmente nella sua cavità interna .

Composizione e usi della polpa:

«Il grasso è il componente principale dopo l'acqua ed è ricco di acidi grassi saturi (88,6% del totale). Fornisce una bassa quantità di carboidrati e anche meno proteine. Allo stesso modo, la noce di cocco è ricca di sali minerali che partecipano alla mineralizzazione ossea (magnesio, fosforo, calcio) e al potassio. Per quanto riguarda gli altri nutrienti, spicca il suo contributo di fibre, che migliora il transito intestinale e aiuta a ridurre il rischio di alcuni disturbi e malattie ».

Copra è l'olio che si ottiene dal frutto, essiccato e tagliato a pezzi. ... Per saponificazione e idrogenazione si ottengono burro e olio di cocco (grassi idrogenati e saturi) ».

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa