Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Marrone, crudo (Maroni, Marroni)

I marroni (maroni, marroni) sono molto simili alle castagne. Differiscono sottilmente per dimensioni, facilità di sbucciatura e intensità del sapore.
Acqua 48,6%  91/05/05  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Il termine marrone è insolito nel discorso colloquiale. È una denominazione che viene utilizzata principalmente in campi specializzati. I marroni ( maroni , marroni ), che non contengono glutine, sono generalmente confusi con le castagne. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra i due frutti, che sono ricchi di amido e crescono dalla castagna ( Castanea sativa ).

culinari:

Usi gli usi che ricevono i marroni, sia come cibo che come ingrediente, sono vari come quelli delle castagne . Rispetto alle castagne, i marroni si sbucciano molto meglio e sono più grandi. Inoltre, quelli marroni sorprendono per l'intensità del loro sapore.

Precedentemente, sia le castagne che i marroni erano un alimento base nelle loro aree di coltivazione. A causa dell'alta percentuale di amido che contengono, i marroni cotti sono il contorno perfetto. La poltiglia marrone è semplice da preparare come la purea di patate . I marroni cotti sono l'ingrediente principale nelle zuppe cremose, ma si combinano anche con le casseruole o possono essere preparati come crema spalmabile. Sono inoltre commercializzati sotto forma di "latte" o altri tipi di bevande vegetali.

Un altro sottoprodotto è la farina. Per farlo, i marroni pelati e disidratati vengono schiacciati più volte fino a ottenere una polvere fine. Con questa farina puoi preparare gnocchi o pasta. Al contrario, se vuoi fare il pane, dovresti mescolare la farina integrale con un altro tipo di farina, poiché la prima non contiene proteine che conferiscono appiccicosità all'impasto. Se non schiacci eccessivamente, puoi preparare la polenta. Puoi anche aggiungere i fiocchi marroni al muesli mattutino.

Un'altra opzione è quella di brindarli con la propria shell. Inoltre, questo processo darà loro un sapore speciale: una volta tostati, vengono sbucciati e consumati come antipasto quando sono ancora caldi come antipasto. Possono anche essere aggiunti a un'insalata.

I marroni sono molto versatili nel mondo dei dessert: gelati, glassa marrone, schiuma, suflé, crema o vermicellles (dessert svizzero che viene preparato da marroni schiacciati). Pane di castagne, torte (castagnaccio), ciambelle ( castagnacci ), pancake ( necci ), budini o ballottini (castagne cotte in acqua e aromatizzate con semi di finocchio e alloro) hanno alle spalle una lunga tradizione.

In Italia e in Francia vengono utilizzati per produrre un liquore cremoso, mentre in Corsica e Svizzera esistono diverse ricette per ottenere birra di castagne. 1

Ricette con il marrone: dai

un'occhiata alle seguenti ricette marroni vegane: bisque autunnale di castagne e carote con garam masala , dal libro "Vegans go Nuts" di Celine Steen o cavoletti di Bruxelles con castagne e semi di finocchio , dal libro "Regionale Winterküche - soy- und weizenfrei, vegan »di Miriam Emme.

Tostare i marroni a casa: immergere i marroni in acqua fredda e lasciarli riposare per un'ora. Quindi, fai una croce nella parte bulbosa di ciascuno dei marroni con un coltello affilato. Preriscalda il forno a 250 ° C. Metti i marroni su una teglia insieme a una tazza resistente al calore riempita con acqua, in modo che le castagne non si secchino troppo. Inserire il vassoio nel forno a media altezza. Dopo 30 minuti di cottura, i marroni saranno pronti da mangiare. Lasciali raffreddare un po 'e goditi questo spuntino amidaceo. Un altro trucco è quello di posizionare un panno umido sui marroni quando sono stati in forno per 20 minuti. Quindi, rimettili nel forno e lasciali continuare a arrostire per altri 10-15 minuti. Guarda che lo straccio non prende fuoco. 2 I marroni arrostiti si sbucciano molto meglio delle castagne arrostite.

Acquisizione. Dove comprarli?

I mercati settimanali e alcuni supermercati vendono frutti di castagne durante la stagione autunnale e invernale . In Spagna possiamo trovarli praticamente in qualsiasi grande area, come Mercadona , Simply , Día , Carrefour , Alcampo o Lidl . In America Latina, sono venduti da Walmart , Superama , Aurrerá o Soriana , sia in confezione che sfusi. Il termine "marrone" non è sempre corretto. Si applica solo quando il frutto è grande e arrotondato. Troverai marroni grezzi nei negozi gourmet e biologici. I marroni precotti sono generalmente commercializzati sottovuoto, in barattolo o lattina. Quindi sono molto facili da preparare, anche se non possono più essere arrostiti o arrostiti. Tuttavia, questi prodotti precotti o industriali di solito contengono additivi, come addensanti (gomma di guar, gomma di xantano), quindi è preferibile evitarli.

I marroni possono anche disidratarsi. Questo processo migliora la sua capacità di archiviazione. Prima di consumarli, i marroni disidratati vengono lasciati in ammollo durante la notte e, il giorno successivo, vengono cotti per un'ora. Dopo questo processo, possono essere aggiunti a numerosi piatti

La pianta selvatica Stagione: le

castagne selvatiche crescono ovunque vengano coltivate le castagne. Si trovano principalmente nella regione mediterranea, ma anche nella zona sud-occidentale della Germania. Queste castagne selvatiche producono frutti significativamente più piccoli, se li confrontiamo con quelli marroni.

In genere, è consentita la raccolta marrone. Tuttavia, leggi diverse possono ridurre l'importo autorizzato o rimettere un divieto temporaneo di riscossione. In Svizzera, nel catone ticinese, ad esempio, tale pratica è vietata fino all'11 novembre. Allo stesso modo, il proprietario di una foresta gestita privatamente può vietare la raccolta, a condizione che sia chiaramente indicato. In generale, sulle rotte delle castagne che sono preparate per i turisti, è consentito raccogliere i marroni che si trovano su entrambi i lati della strada. Si prega di attendere fino a quando i frutti sono caduti dall'albero. Se li prendi dall'albero non saranno abbastanza maturi ed è vietato colpire gli alberi con bastoncini o scuoterli. La stagione della raccolta si svolge tra la fine di settembre e la fine di ottobre.

Conservazione: i

marroni sono ricchi di zucchero e acqua, il che li rende piuttosto deperibili. Diventano subito ammuffiti, quindi dovrebbero essere consumati il più rapidamente possibile o conservati in qualche modo. In generale, i marroni rimangono in perfette condizioni a temperatura ambiente per circa una settimana e in frigorifero per circa quattro settimane. Se opti per quest'ultima opzione, metti quelle marroni in un sacchetto di plastica perforato in modo che non si secchino troppo rapidamente. Se le sbucciate e le scottate, potete anche congelarle (vengono conservate per circa 12 mesi, circa).

Esistono molti e vari modi per preservare i marroni. Tradizionalmente veniva utilizzato il metodo "Ricciaia", che oggi viene utilizzato solo in Turchia. Il frutto viene coperto con le bucce e fermentato per conservare per diversi mesi. Oggi l'idroterapia è principalmente usata. Quelli marroni vengono introdotti per diversi giorni in acqua e l'incipiente fermentazione lattica li conserva. Quindi si asciugano. Possiamo prolungarne la durata conservandoli in un luogo fresco, asciugandoli, fumigandoli con bromuro di metile, conservandoli in un'atmosfera di anidride carbonica o fumandoli. 1

Composizione. Valore nutrizionale Calorie:

quante calorie apportano quelle marroni? I marroni e le castagne hanno una composizione molto simile. Forniscono circa 210 kcal / 100 g. Sebbene i marroni siano matti, si distinguono per la loro percentuale di grassi particolarmente bassa, solo il 2%. Al contrario, la percentuale di carboidrati è molto alta, pari a circa il 46%. Una volta cotta o arrostita, parte dell'amido si trasforma in zucchero, motivo per cui diventano più dolci. Le proteine (circa 2,4%) non contengono prolamina o glutenina, cioè i marroni sono adatti ai celiaci.

Quelle marroni forniscono anche vitamina C , acido folico , piridossina (vitamina B 6 ), tiamina (vitamina B 1 ) e riboflavina (vitamina B 2 ). Anche altri nutrienti come potassio , fosforo , manganese o rame . 3

Aspetti legati alla salute. Proprietà: i

marroni sono un'ottima fonte di energia. I suoi complessi carboidrati si estinguono immediatamente e i livelli di zucchero nel sangue aumentano molto lentamente dopo averli consumati. Inoltre, il potassio che contengono aiuta a rafforzare i nervi e, quindi, a evitare lo stress. D'altra parte, il potassio è buono per neutralizzare l'eccesso di sodio e contrastare le malattie cardiovascolari o i disturbi del ritmo cardiaco. 4.5

I frutti di castagna non contengono glutine. Per questo motivo, la farina che ne deriva è molto popolare tra le persone che soffrono di celiachia (intolleranza al glutine). Tuttavia, l'assenza di glutine rende questa farina da sola non adatta alla preparazione di prodotti da forno, poiché è questa proteina che conferisce alla pasta l'appiccicosità.

Origine:

l'origine dei castagni è probabilmente in Asia Minore. Nella regione mediterranea, le castagne sono state coltivate fin dall'antichità 6 , anche nelle aree vicine, il che rende difficile calcolare esattamente l'area di distribuzione. Per quanto riguarda l'altitudine, possiamo trovarli nelle Alpi, a circa 1000 metri, in Sardegna e in Sicilia a 1500 metri e nel Caucaso a 1800. Occasionalmente, crescono anche nella Scandinavia meridionale. Nell'Asia orientale e in Portogallo troviamo la castagna cinese ( Castanea mollissima ) e la castagna giapponese ( Castanea crenata ). In Europa è sempre più comune trovare un ibrido di castagno europeo e giapponese, poiché questo è più resistente al cancro della castagna. Questa malattia fungina, che indebolisce gli alberi, si è diffusa notevolmente dall'inizio del XX secolo. 1

Coltivazione e raccolta: le

castagne sono alberi a foglie decidue che raramente crescono negli arbusti. Di solito, raggiungono un'altezza tra i 20-25 metri nelle foreste alte; la circonferenza media del tronco è di 2 metri (a volte anche 4-6).

Le castagne vengono coltivate in diversi modi: nascono da semi, ma nelle piantagioni di solito praticano innesti. Le castagne hanno un tronco corto e una corona grande. Di solito vengono piantati circa 80-100 alberi per ettaro. Se gli alberi sono un po 'più alti (come in Ticino o in Corsica, per esempio), i bovini possono pascolare sotto. A Niederwald, le castagne vengono ancora raccolte a scopi commerciali. Lì, gli alberi producono frutti per 15-40 anni. In precedenza, questa coltura era strettamente legata alla viticoltura, poiché il legno di castagno era quello usato per produrre botti. 8

Pericolo di confusione:

ippocastani ( Aesculus hippocastanum ) sono molto facili da confondere con i castagni normali ( Castanea sativa ), anche se non sono correlati. Ippocastani hanno foglie opposte con lunghi piccioli e i loro frutti arrotondati si trovano all'interno di capsule verdi con spine spesse. Al contrario, i frutti di castagna sono più piatti e hanno una punta leggermente pelosa. Le spine sono più sottili e gli alberi danno foglie semplici.

Ippocastani non sono solo non commestibili, ma anche leggermente tossici. Le saponine e la sculina (glicoside) che contengono possono causare problemi digestivi. 14,15 Vai dal medico se hai ingerito più di un ippocastano.

La confusione di castagne e marroni è molto più frequente, poiché spesso entrambe le denominazioni sono usate come se fossero sinonimi. I marroni sono una selezione di castagne.

Il termine non lo rende così chiaro. In Francia, la denominazione marrone viene utilizzata per nominare qualsiasi frutto senza buccia. Tuttavia, la percentuale di noci che viene divisa è inferiore al 12%, ovvero che la buccia del seme circonda individualmente i due cotiledoni. In Italia parlano di marroni quando la varietà è particolarmente grande, della migliore qualità, ha una forma leggermente allungata e un guscio rossastro e lucido con venature spesse, nonché una cicatrice più piccola del solito. Hanno un sapore dolce, non sono divisi e possono essere sbucciati facilmente. In generale, i brownies contengono solo due frutti per riccio, quindi tendono ad essere più rotondi. 7

Informazioni generali:

Castagne ( Castanea sativa ) danno castagne e marroni. Questo albero è l'unico rappresentante del genere Castanea in Europa. A causa del loro aspetto e sapore, i marroni crescono più delle castagne. I castagni europei possono vivere normalmente fino a 200 anni, sebbene nell'Europa occidentale vi siano esemplari che superano i 1000. 8

Oltre ai frutti, i fiori vengono utilizzati per produrre miele di castagno, il cui colore ricorda l'ambra (anche se può anche essere più scuro), che è molto aromatico. D'altra parte, le foglie di castagno vengono utilizzate per preparare lozioni dopobarba o per tingere i tessuti. 7

Si dice che gli estratti europei di foglie di castagno siano efficaci contro i batteri MRSA. Questi sono batteri multi-resistenti su cui gli antibiotici convenzionali (ad esempio la penicillina) non hanno più effetto. 9.10

In Spagna, nel sud Italia e in Corsica, le castagne o i marroni sono una fonte speciale di foraggio per i maiali. Si dice che la carne ottenuta abbia un sapore speciale. 7

Le foglie sono usate come letto nelle stalle, ma anche come fertilizzante. Nella medicina popolare, le foglie sono usate per trattare la tosse e la diarrea, nonché per curare le ferite. 8

Il legno di castagno è molto apprezzato. Il colore marrone dei toni caldi e dorati ricorda il legno di quercia, anche se le vene non sono così marcate ed è molto più facile da lavorare. 11 Questo tipo di legno viene utilizzato per realizzare mobili, finestre e telai di porte. Grazie alla sua resistenza agli agenti atmosferici, può anche essere usato per realizzare pali del telefono e simili. Con alberi più piccoli vengono realizzati recinti da giardino, pali e botti per vino e liquori. In precedenza, il legno di castagno veniva utilizzato per produrre carbone o legna da ardere. 12 Viene anche utilizzato per realizzare traversine ferroviarie, tetti, travi o per la costruzione navale. 13

Nomi alternativi:

Castagna e suoi frutti, castagne e marroni, sono anche conosciuti come: coraggioso, castagna, castagna, castagna coraggiosa, castagna, castagna, castagna coraggiosa, castagna (frutta), castagna, castagna, castagna, castagna, castagna bravo, castagna comune, castagna maschio, castagna molare, castagna reale, castagna regoldano, castagna regoldo, castagna selvatica, castagna selvatica, castagna, conchiglia, concho, engertos, riccio, molso, morso, balze comuni, reboldos, regoldana, Regoldanos, Regoldo, Regoldonas, Regoldos, Sanmartiniegos, Tagarnizos, Valdunas, Zapatonas. 16

fonti:

  1. Wikipedia in tedesco: Edelkastanie.
  2. Waskochen.ch Maroni im Backofen rösten mit Rezept.
  3. Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA).
  4. Schäfer M. Kalium und Magnesium zwei lebenswichtige Mineralien. 2003.
  5. Van Mierlo L, Greyling A, et al. Assunzione di potassio non ottimale e potenziale impatto sulla pressione sanguigna della popolazione. Jama International Medicine. Lettere di ricerca 2010.
  6. Rehm S, Espig G. Die Kulturpflanzen der Tropen und Subtropen. Verlag Eugen Ulmer. Stoccarda. 1976.
  7. Bounous G. The Chestnut: una risorsa multiuso per il nuovo millennio. Atti del Terzo Congresso Internazionale sulla Castagna . Legge sull'orticultura. 2005; 693.
  8. Hahn S. Die Esskastanien. Nahrungsquelle und bedrohte Naturressource. Prenota su richiesta GmbH. Norderstedt 2004
  9. Quave CL, Lyles JT et al. Castanea sativa (Castagna europea) Estratti di foglie Ricchi di derivati di Ursene e Oleanene Bloccano Staphylococcus aureus Virulenza e patogenesi senza resistenza rilevabile. PLOS ONE. 2015; 11 (9). doi: 10.1371 / journal.pone.0136486.
  10. Wikipedia Staphylococcus aureus.
  11. Duncan A, Rigby G. Der Hobbytischler - Technik der Holzverarbeitung. Deutsche Ausgabe in Zusammenarbeit mit der Meisterschule Ebern für das Schreinerhandwerk, Orbis Verlag, München 1984
  12. Bellini E. La castagna e le sue risorse: immagini e considerazioni. Atti del Terzo Congresso Internazionale sulla Castagna. Legge sull'orticultura. 2005; 693.
  13. Schauer T, Caspari C. Der große BLV Pflanzenführer. München, Vienna, Zurigo 1984.
  14. Hall A. The Wild Food Trail Guide. 2. Auflage. Holt. Rhinehart e Winston: New York. 1976.
  15. Informazioni zentrale gegen Vergiftungen, Giftzentrale Bonn: Rosskastanie.
  16. Wikipedia in spagnolo: Castanea Sativa

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa