Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Riso tondo, bianco, crudo

Il riso tondo ha molto amido, quindi è adatto per piatti come il risotto, ma anche per dessert come il budino di riso.
Acqua 13,3%  92
Macronutrient carbohydrates 91.85%
/08
Macronutrient proteins 7.54%
/01
Macronutrient fats 0.6%
  LA : ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

Il riso tondo (crudi, Oryza sativa ssp. japonica) ha una forma ovale e un nucleo morbido. Grazie al suo alto contenuto di amido, il riso si attacca durante la cottura e viene quindi utilizzato in piatti come budino di riso, risotti o sushi.

Uso del riso tondo in cucina:

Cos'è il riso a grani tondi? I chicchi di riso crudo a grana corta (biologico) sono da tondi a ovali e lunghi al massimo 5,2 mm. Al gruppo Oryza sativa appartiene anche il cosiddetto riso a grana media e si differenzia dal riso a grana corta più piccolo per la sua lunghezza (5,2 mm-6 mm). Poiché il riso a grana corta contiene più amilopectina (un amido piuttosto insolubile), durante la cottura si gelatinizza o si attacca molto. Entrambe le categorie (riso a grana media e riso a grana corta) sono utilizzati sia in piatti salati che in piatti dolci - ecco qui degli esempi1:

  • Riso per risotto (ad esempio le varietà Arborio, Vialone e Carnaroli): L'amido rilasciato durante la cottura conferisce al riso a grana corta per risotto la sua tipica consistenza cremosa senza perdere il morso. Il risotto può essere a grana corta o a grana media.
  • Riso per sushi: Il riso per sushi giapponese è a grana ovale piccola, ha un aroma dolciastro ed è molto ricco di amido. L'alto contenuto di amido conferisce una consistenza molto appiccicosa, necessaria per fare il sushi. Il riso per il sushi può essere utilizzato anche per altri piatti di riso.
  • Riso per paella (ad esempio, la varietà di bomba, senia e bahía): Questi tipi di varietà vengono coltivati in Catalogna, Valencia e Murcia, e sono comunemente usate per la paella. Il contenuto di amido qui è significativamente inferiore rispetto ad altre varietà di riso a grana corta e quindi il riso rimane più sodo e granuloso durante la cottura. Per la paella, si può usare sia il riso a grana corta che il riso a grana media.
  • Riso per budino (riso giapponese): Il budino di riso viene utilizzato principalmente per i dessert. Per fare questo, il riso viene cotto direttamente nel latte o un sostituto di latte (per esempio, latte di avena, latte di mandorle, latte di soia, latte di nocciola, ecc.). L'amido si scoglie nel latte e lo addensa. Il riso cotto è piuttosto molle, ma i chicchi devono essere ancora al dente. In Giappone viene utilizzato anche per piatti salati.
  • Riso glutinoso: Il riso glutinoso viene utilizzato principalmente per preparare piatti di riso dolci (ad esempio budino di riso). A cottura ultimata, il riso si ammorbidisce e perde la sua forma granulosa. L'intenso rilascio di amido durante il processo di cottura (riscaldamento) ne assicura la collosità e dà qui nasce il nome di questo tipo di riso.
  • Riso mochi: Il riso mochi è un riso giapponese a grana media (o a grana corta), ha un aroma dolce e una consistenza appiccicosa. Viene utilizzato principalmente nei piatti di riso dolci o per i mochi (tortine di riso con un ripieno dolce).
  • Riso integrale nero: Fa parte delle varietà di riso a grana media e corta. Questo riso integrale proveniente dalla Cina è stato incrociato con una varietà italiana. È quindi conosciuto anche come riso venere piemontese. Il suo colore particolare è dovuto alla presenza di antociani. In Asia viene utilizzato principalmente per i dessert.

Domande frequenti: Quanto tempo ci vuole per cuocere il riso? Il tempo di cottura del riso dipende dalla varietà. Da 15-25 minuti, il riso bianco impiega molto meno tempo per la cottura rispetto al riso integrale (30-45 minuti). Dovresti pianificare circa 30 minuti per la preparazione del riso a grana corta.

Come porzionare correttamente il riso? Se il riso è inteso come contorno o dessert, si consigliano 50-60g. Per un piatto principale prendere idealmente 100g (per risotto e budino di riso). Per il sushi è meglio utilizzare circa 150g di riso (crudo a persona).

Di quanto liquido ho bisogno? La quantità di liquido utilizzato dipende dal tipo di riso. Per risotto e paella: 3 tazze di brodo per 1 tazza di riso (crudo). Quando si cucina il budino di riso, il rapporto tra riso e latte è di 1:5. Il riso appiccicoso e il riso per sushi hanno un rapporto riso/acqua di 1:1,5. Quando si prepara il riso mochi, 1 tazza di riso è seguita da 2,5 tazze di acqua.2

Ricetta vegana per budino di riso a base di riso a grana corta con vaniglia:

Ingredienti: 200g di riso a chicco corto (crudo, biologico), 400ml di acqua, 600ml di latte d'avena, 3 cucchiai di sciroppo d'agave, 1 cucchiaino di vaniglia bourbon (o vaniglia in polvere), 1 pizzico di sale marino.

Preparazione: Portare a ebollizione in una pentola il riso crudo, l'acqua e la bevanda vegetale, quindi cucinare a fuoco medio. Aggiungere lo sciroppo d'agave, la vaniglia e il sale e cuocere a fuoco lento per altri 30-35 minuti fino a quando i chicchi di riso non saranno morbidi e il budino di riso cremoso. Mescolate spesso in modo che il riso non bruci. Il budino di riso può essere servito cosparso di cannella, con un composto di pere/mele o un purea di mele. Ben raffreddato si può anche conservare il riso al latte in frigorifero per 2-3 giorni.

Ricette vegane di riso a chicco tondo come contorno:

Tipicamente, il riso a grana corta (biologico) viene utilizzato nei primi piatti e non come contorno. Tuttavia, il riso a chicco corto può essere trasformato in un contorno aggiungendo frutta e verdura, come budino di riso o risotto. Anche il riso per sushi può fungere da accompagnamento riducendo la quantità di riso e aggiungendo altri ingredienti.2 Ecco una deliziosa ricetta per il risotto con asparagi verdi e macadamia.

Un'altra idea di lavorazione è quella di fermentare il riso crudo. Come per esempio per l'amazake, una bevanda dolce a base di riso fermentato, o yakgwa, un dolce di riso coreano a base di riso, e come il sinasir (pancake di riso).3

Le ricette vegane con riso a grana corta le trovate sotto la nota: "Ricette che contengono la maggior parte di questo ingrediente" (in fondo o accanto).

Acquisto: dove acquistare il riso a grana corta?

I supermercati e i grossisti come Coop, Migros, Denner, Volg, Spar, Aldi, Lidl, Rewe, Edeka, Hofer ecc. offrono spesso diversi tipi di riso a chicco corto come risotto o budino di riso in qualità biologica. Le varianti integrali e i prodotti del commercio equo e solidale, si trovano nei negozi di alimenti naturali, nei negozi biologici, nei supermercati biologici (Denn's Biomarkt, Alnatura), nelle farmacie o nei negozi specializzati. Anche diversi fornitori di servizi Internet vendono sul loro sito web diverse varietà di riso a grani tondi, compreso il riso biologico.

Cosa devo considerare quando acquisto il riso? Quando acquisti il ​​riso, assicurati che sia biologico (bio) perché la coltivazione convenzionale prevede l'uso di spray. Anche il riso ha diversi livelli di qualità. Vale quanto segue: minore è la frazione, maggiore è la qualità del riso. Non solo per il riso a grana corta, ma per il riso in generale, Wikipedia elenca i seguenti livelli: Il riso premium contiene un massimo del 5% di chicchi rotti. La percentuale nel riso standard, invece, arriva fino al 15%. Il riso domestico contiene fino al 25% di riso spezzato. La categoria di qualità più bassa, consiste fino al 40% in chicchi rotti.

Ma cos'è in realtà il riso spezzato? I chicchi di riso che vengono rotti durante la lavorazione post-raccolta sono chiamati riso spezzato. Il suo contenuto e le sue sostanze nutritive sono simili a quelle del riso integrale, ci sono solo differenze nella preparazione e nella dimensione dei chicchi. A causa della sua superficie ruvida e rotta, il riso spezzato rilascia molto più amido durante la cottura rispetto al riso intero. Maggiore è la percentuale di riso spezzato, più appiccicoso sarà il riso dopo la cottura. Poiché i piatti a base di riso a grana corta di solito vivono della loro consistenza appiccicosa, puoi accettare la percentuale di riso spezzato quando l'acquisti o addirittura cercarla specificamente per ottenere un risultato particolarmente appiccicoso.4

Preparazione del riso a grana corta:

Il riso a grana corta non viene lavato prima della preparazione, poiché si desidera preservare l'amido che è attaccato al chicco di riso. Ciò conferisce a piatti di riso come paella, budino di riso, risotto di riso a grana corta e simili, la loro consistenza appiccicosa e cremosa. Il riso può essere preparato in diversi modi. Può essere preparato in una pentola, un cuociriso o in una vaporiera.

Preparazione in pentola: C'è il metodo dell'acqua e il metodo del rigonfiamento. Il metodo dell'acqua è probabilmente il modo più sicuro per cuocere il riso perché il riso cuoce in abbondante acqua. A causa della grande quantità di acqua, il riso brucia raramente. Una volta che il riso è cotto, è sufficiente eliminare il liquido in eccesso. Sfortunatamente, cucinare in molta acqua significa che le preziose vitamine si disperdono nell'aria e nell'acqua. Le vitamine disciolte vengono quindi perse quando il liquido in eccesso viene eliminato. Il metodo del ringonfiamento è quindi più adatto. Con questo metodo, la quantità di acqua è abbastanza grande da consentire al riso di assorbire tutto il liquido durante la cottura. Se c'è troppa acqua nella pentola, il riso risulterà troppo morbido. Se c'è poca acqua, c'è il rischio di bruciarsi. Poiché il risotto e il budino di riso devono essere mescolati continuamente, la cottura in pentola è l'ideale per entrambi i tipi di riso.

Preparazione nella pentola a vapore: Nella pentola a vapore si possono preparare non solo verdure e pesce, ma anche il riso. Il riso viene cotto a vapore uniformemente su tutti i lati. In questo modo il riso non perde vitamine nell'acqua o nell'aria e conserva anche il proprio aroma. La cottura a vapore è considerata il modo più salutare di preparare il riso, grazie alla cottura delicata, che conserva gran parte delle vitamine e dei minerali.

Preparazione nel cuociriso: Con l'uso di un cuociriso, il riso perfetto può essere preparato in pochissimo tempo senza dover stare vicino tutto il tempo. Il rivestimento interno del dispositivo evita che il riso si bruci durante la cottura e non appena la temperatura interna supera i 100 °C, il dispositivo passa automaticamente alla modalità di mantenimento in caldo. Inoltre con il cuociriso, non è possibile che l'acqua trabocchi..

Da trovare selvatico:

Non è nota alcuna forma selvatica all’interno della specie Oryza sativa. Originariamente, il riso deriva dalla specie Oryza rufipogon5, ma ha subito numerose selezioni. Tutte le altre specie di Oryza - ad eccezione delle piante coltivate Oryza sativa e Oryza glaberrima - sono piante di riso selvatiche. I chicchi scuri del genere Zizania (Z. latifolia in Manciuria e Z. aquatica in Nord America) si trovano spesso anche nel commercio come riso selvatico. La specie manciùca si trova selvaggiamente nel nord della Cina, la specie manciùca si trova selvaggiamente nel nord della Cina. Inoltre, Brücher descrive anche un riso selvatico tropicale proveniente dalla foce dell'Orinoco (Rhynchoryza).5

Conservazione:

Il riso (crudo e possibilmente biologico) si conserva in un luogo buio, fresco e asciutto. Dopo aver acquistato il riso, rimuoverlo dalla confezione originale e conservarlo in barattoli di conservazione, in modo che le sostanze nocive contenute nei materiali di confezionamento non possano penetrare nel riso crudo.

La data di scadenza varia a seconda della varietà di riso. Il riso integrale crudo ha una durata di almeno un anno, mentre il riso bianco crudo ha una durata di almeno due anni. La maggiore durata di conservazione del riso bianco è dovuta alla rimozione del germe e della buccia argentata. Inoltre, anche la percentuale di riso spezzato ha un effetto sul tempo di conservazione. Non conservare il riso vicino a cibi odorosi come caffè, tè e spezie.

Il riso cotto è altamente deperibile e va consumato entro pochi giorni. Se la quantità di riso è troppo grande, puoi conservare il riso avanzato e raffreddato in un contenitore ermetico in frigorifero per 1-2 giorni. Quando si scalda il riso, assicurarsi che la temperatura sia superiore a 65 °C. Un raffreddamento improprio e solo un leggero riscaldamento, possono causare lo sviluppo e la moltiplicazione rapida dei patogeni del bacillus cereus. Questi batteri possono causare vomito e diarrea gravi. Se non usi il riso nei prossimi giorni, puoi congelarlo. Assicurarsi che si sia raffreddato completamente e quindi conservarlo ermeticamente. Quando si scalda il riso, non farlo bollire in acqua calda, altrimenti risulterà troppo morbido. Riscalda invece il riso usando il vapore.2

Ingredienti - valori nutrizionali - calorie:

100g di riso a chicco corto crudi contengono 358 kcal, che provengono principalmente dai carboidrati. A secondo che si tratti di riso bianco o riso integrale, la quantità di fibra alimentare e il valore nutritivo del riso a grana corta varia. Con 6,5 g di proteine, il riso a grani corti ha meno proteine ​​rispetto alle varietà a grani lunghi di riso basmati (9 g) e riso al gelsomino (7,1 g). Rispetto ad altri tipi di cereali come il frumento (10 g) e l'avena (17 g), è piuttosto povero di proteine.6 Il grasso è poco presente.

Con un'assunzione di 100 g di riso a chicco corto (e un'assunzione giornaliera di circa 2000 kcal), la proporzione di manganese rappresenta circa il 52% del fabbisogno giornaliero. Il contenuto di 1 mg/100 g può essere paragonato ai fagioli rossi e ai fagioli verdi cotti. Spezie come chiodi di garofano (60 mg/100 g) o zafferano (28 mg/100 g)6 contengono molto di questo oligoelemento.6 Il manganese svolge un ruolo importante nello sviluppo del tessuto cartilagineo.

Il riso a grana corta ha un contenuto di ferro di 4,2 mg/100 g e rappresenta quindi il 30% del fabbisogno giornaliero. Questo valore è paragonabile a quello dei fiocchi d'avena e delle pesche essiccate. Le spezie contengono molto ferro, ma ne mangi solo una piccola parte: ad esempio timo, essiccato (124 mg/100 g). L'oligoelemento è responsabile del trasporto di ossigeno nel sangue e aiuta a immagazzinarlo nelle cellule.

Gli 1,3 mg di acido pantotenico (vitamina B5) contenuti in 100 g coprono il 21% del fabbisogno umano giornaliero. Il fungo ostrica reale e il grano saraceno raggiungono valori comparabili. Il contenuto di tiamina (vitamina B1) è di 0,56 mg/100 g e copre quindi il 51% del fabbisogno giornaliero.6 I pomodori secchi e il rosmarino essiccato contengono una quantità simile.

Troverete tutti gli ingredienti del riso a grani tondi (crudo), la copertura del fabbisogno giornaliero e i valori di confronto con altri ingredienti nelle nostre tabelle nutrizionali in CLICK FOR sotto l’immagine degli ingredienti.

Aspetti sanitari - effetti:

Il riso a grana tonda è salutare? Il riso è considerato salutare perché è molto povero di grassi e sazia. Tuttavia, si dovrebbe usare più il riso integrale del riso bianco, poiché è ancora circondato dalla buccia argentata ricca di vitamine e minerali. Il riso bianco macinato è privo di queste sostanze vitali dovute alla rimozione della buccia argentata.

Il riso integrale cotto contiene proteine ​​di alta qualità il cui valore biologico è simile a quello del pesce. La proteina del riso è considerata di così alta qualità che può essere acquistata anche come integratore alimentare in polvere. Gli strati esterni del chicco di riso contengono anche l'importante sostanza vegetale secondaria, l'acido fitico. Da un lato, l'acido fitico lega parte dei minerali contenuti negli alimenti in modo che l'organismo non possa più utilizzarli pienamente. Ma d'altra parte, grazie al suo forte effetto antiossidante, si dice che inibisca la crescita delle cellule tumorali, protegga dal cancro del colon e dai calcoli renali e migliori i livelli di colesterolo.7,12 Leggi di più sull’acido fitico nel nostro articolo acido fitato e l’immersione o la germinazione.

Il sottoprodotto della lavorazione del riso, la crusca di riso ricca di fibre, può aiutare a prevenire il cancro perché si dice che abbia proprietà antiossidanti. Si dice che contrasti il ​​danno tissutale e l'infiammazione cronica.13

Anche il riso è senza glutine. Consigliamo alle persone con intolleranza al glutine o celliache di prestare attenzione durante la spesa agli alimenti senza glutine (ad es. simbolo con la spiga di grano barrata). Infatti, la lavorazione con le stesse macchine (come per i prodotti cerealicoli) può comportare la presenza di tracce di glutine.

Pericoli – Intolleranze – Effetti collaterali:

Il riso bianco ha un indice glicemico (IG) molto più elevato del riso integrale e quindi provoca un aumento più rapido dei livelli di zucchero nel sangue. Il consumo frequente e regolare di riso bianco aumenta il rischio di contrarre il diabete di tipo 2. L’effetto è simile a quello dello zucchero industriale. Il riso integrale, invece, è destinato a ridurre il rischio di malattie se consumato regolarmente.15

L’uso di fertilizzanti e pesticidi nei paesi produttori di riso ha causato in alcune regioni un elevato livello di arsenico e cadmio nelle acque sotterranee. La pianta del riso assorbe le tossine con l’acqua e le accumula nelle foglie e nei semi. Valori più elevati si trovano, oltre che nel riso, anche nelle gallette o nei fiocchi di riso. I bambini piccoli, ad esempio, assorbono l’arsenico più facilmente degli adulti, per cui i bambini di età inferiore ai 3 anni non dovrebbero essere nutriti esclusivamente con prodotti a base di riso.8,17,18

Per un consumo frequente o elevato di riso, si consiglia di lasciarlo in ammollo per una notte. Il risciacquo e la successiva cottura in cinque parti d'acqua rimuove circa l'80% dell'arsenico. La sola cottura lo porta al 50%; il riso al vapore contiene più arsenico. Mangiare piccole quantità di riso crudo non è un problema se lo si desidera.

In caso di consumo frequente o elevato di riso, si consiglia di ammollo durante la notte. Questo, il risciacquo e la successiva cottura in cinque parti d’acqua rimuove circa l’80% dell’arsenico. La sola cottura porta al 50%; il riso cotto al vapore contiene più arsenico. Mangiare piccole quantità di riso crudo non è un problema, se lo si desidera.

Medicina popolare – medicina naturale:

Nella medicina tradizionale cinese (TCM), il riso è considerato un antico rimedio. Serve a favorire la digestione, abbassare la pressione sanguigna, alleviare il cuore e drenare il corpo. I cinesi utilizzano da sempre una zuppa di riso per i disturbi gastrointestinali, le allergie e l’insufficienza renale. L’azione disintossicante e drenante della zuppa di riso è utilizzata per le cure del digiuno. Tuttavia, la minestra non deve essere salata, in quanto ciò contrasta le proprietà drenanti.14

Origine - Ecologia:

Da dove viene originariamente il riso? Il primo riso è stato trovato nel sud-est asiatico. Lì sono stati scoperti residui di riso selvatico raccolto (Oryza rufipogon), l'antenato dell'odierno riso coltivato (Oryza sativa). Gli esseri umani probabilmente raccolsero il primo riso selvatico 10.000 anni fa in Cina e in India. Varie fonti presumono che il riso sia stato coltivato per la prima volta da 6.000 a 7.000 anni fa. La specie Oryza è stata trovata in tre centri indipendenti di addomesticamento: Sud America, Asia e Africa.5 Il riso arrivò in Europa dall'Asia e si diffuse lentamente in tutto il mondo. Il 90% della produzione di riso al giorno d'oggi avviene in paesi asiatici come Cina, India, Giappone, Thailandia. Tuttavia, anche il Brasile e gli Stati Uniti, così come i paesi europei come l'Italia, la Spagna e la Francia, coltivano riso.9

La differenziazione del riso coltivato nelle sottospecie japonica e indica è stata operata dall'uomo, da un lato a causa delle diverse proprietà di cottura e dall'altro a causa delle diverse esigenze ecologiche.5

Coltivazione – Raccolta

Per informazioni dettagliate sulla coltivazione e sui metodi di raccolta del riso si rimanda all’ingrediente riso integrale. Lì spieghiamo anche la differenza tra riso naturale, riso parboiled e riso bianco.10

Aspetti ecologici:

Oltre al minor consumo di acqua, la coltivazione del riso secco è molto meno dannosa per il clima rispetto alla coltivazione del riso umido, in quanto produce molto meno metano.16

Non esiste ancora un valore limite esplicito per l’arsenico inorganico immesso nel suolo dai fertilizzanti. Tuttavia, alcuni studi dimostrano che le varietà utilizzate arricchiscono meno arsenico.16

Informazioni generali:

Il riso è una delle piante più importanti del mondo ed è considerato un alimento di base per quasi la metà della popolazione mondiale. Quante varietà di riso ci sono nel mondo? Si prendono in considerazione più di 120 000 varietà diverse di riso (difficile da classificare), suddivise in riso a grani lunghi (Oryza sativa ssp. indica) e riso a grani tondi (Oryza sativa ssp. japonica).9 Le granulometrie intermedie possono anche essere definite riso a grani medi. Tuttavia, il riso a grani medi è spesso considerato una sottocategoria delle varietà a grani tondi.

Nomi alternativi:

A volte si trova l'ortografia del riso a grani tondi, che in realtà non è corretta. In inglese, il riso a grana corta è chiamato short-grain rice, il riso appiccicoso (non appiccicoso) è glutinous rice e il budino di riso è chiamato rice pudding.

Parole chiave da utilizzare:

Dai rifiuti dei mulini si ricavano olio di riso, cera e farina proteica. Le bucce del chicco di riso sono utilizzate per pannelli da costruzione e come materiale di lucidatura e combustibile. La paglia di riso è utilizzata per l’allevamento del bestiame e come materiale da intreccio per sacchi, stuoie e cappelli.11 Anche in medicina e cosmetica il riso ha un ruolo importante e viene utilizzato anche per cerimonie religiose. Un’usanza asiatica che si è radicata anche nella nostra cultura è quella di lanciare il riso ai matrimoni. Il riso è sinonimo di felicità, fertilità e vita. Lanciando il riso agli sposi, gli invitati augurano loro buona fortuna.

Letteratura - Fonti:

18 Fonti

  1. Donhauser RM. Reis, der. Das grosse Grundlagenbuch. 1. Auflage. Edition Michael Fischer. 2018.
  2. Reishunger.de Wie lange muss Reis kochen?
  3. Kyung L, Oger C. Fermentieren leicht gemacht. Verlag Leopold Stocker: Graz 2016.
  4. Donhauser RM. Reis, der : Das grosse Grundlagenbuch: 100 Rezepte aus aller Welt. Edition Michael Fischer, EMF Verlag. 2018.
  5. Brücher H. Tropische Nutzpflanzen. Ursprung, Evolution und Domestikation. Springer Verlag: Berlin. 1977.
  6. USDA United States Department of Agriculture.
  7. Plantsoftheworldonline.org Oryza sativa.
  8. Bayerisches Landesamt für Gesundheit und Lebensmittelsicherheit. Untersuchung von anorganischem Arsen in Kindernahrung - Untersuchungsergebnisse 2010 und 2011. Dokument aktualisiert am: 11.12.2017.
  9. Khush G.S. (1997) Origin, dispersal, cultivation and variation of rice. In: Sasaki T., Moore G. (eds) Oryza: From Molecule to Plant. Springer, Dordrecht.
  10. Blumenthal A., Stransky M. Ernährung und Lebensmittel von A-Z. Editions M, 1. Auflage 1993.
  11. Rehm S, Espig G. Die Kulturpflanzen der Tropen und Subtropen. Verlag Eugen Ulmer: Stuttgart. 1976.
  12. Graf E, Eaton JW. Suppression of colonic cancer by dietary phytic acid. Nutrition and Cancer. 1993;19.
  13. Borresen EC, Brown D, Harbison G et al. A Randomized Controlled Trial to Increase Navy Bean or Rice Bran Consumption in Coloteral Cancer Survivors. Nutr Cancer. 2016;68(8).
  14. Roger P. Heilkräfte der Natur: Ein Praxishandbuch. Zürich: Advent Verlag. 2006. 212-215.
  15. Hu EA, Pan A, Malik V et al. White rice consumption and risk of type 2 diabetes: meta-analysis and systematic review. BMJ. 2012;344.
  16. Pini U. Das Bio-Food Handbuch. Ullmann: Hamburg, Potsdam. 2014. 609-611.
  17. bfr.bund.de EU-Höchstgehalte für anorganisches Arsen in Reis und Reisprodukten durch Verzehrsempfehlungen zum Schutz von Säuglingen, Kleinkindern und Kindern ergänzen. Aktualisierte Stellungnahme Nr. 017/2015 des BfR vom 06. Februar 2014.
  18. bfr.bund.de Fragen und Antworten zu Arsengehalten in Reis und Reisprodukten. Aktualisierte FAQ des BfR vom 22. Dezember 2020.

Commenti