Fondazione Dieta & Salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Olio di semi di lino, spremuto a freddo

L'olio di semi di lino è ottenuto da semi di lino ed è una buona fonte di omega-3. È molto sensibile all'ossidazione e non viene conservato a lungo.

L' olio di semi di lino (olio di lino) è ottenuto da semi di lino , i semi maturi di lino ( Linum usitatissimum ). L'olio di lino spremuto a freddo ha un sapore leggermente marcato che ricorda le noci e il fieno. È di colore dorato.

Dall'articolo tedesco di Wikipedia : L'olio di semi di lino è tra le fonti naturali di acido alfa-linolenico, uno dei pochi in cui la percentuale di acidi grassi omega-3 supera quella degli acidi grassi omega-6. Il rapporto tra acido linoleico e acido alfa-linolenico è compreso tra 1: 3 e 1: 4.

Usi culinari:

L'olio di semi di lino può essere aggiunto a insalate e muesli, ma anche virtualmente a qualsiasi piatto freddo. L'olio di semi di lino non deve essere riscaldato in nessun caso, poiché il calore distrugge i suoi acidi grassi insaturi. Poiché si ossida così facilmente, a volte è molto più consigliabile utilizzare semi di lino interi anziché olio. Questo accade, ad esempio, nell'Erb-Muesli .

Conservazione: l'

olio di semi di lino è molto sensibile alla luce. Gli acidi grassi polinsaturi si ossidano presto e l'olio diventa amaro. Ciò può essere dovuto a ossigeno, luce o umidità. Una volta aperto, l'olio di semi di lino dovrebbe essere conservato in un luogo fresco e buio .

Anche in frigorifero (a circa 4 ° C) diventa immediatamente amaro. Pertanto, la cosa più logica è acquistarlo in piccole bottiglie e spenderlo il più rapidamente possibile. Un'altra opzione è quella di acquistare olio di semi di lino e distribuirlo in bottiglie più piccole che si chiudono bene .

Se non verrà utilizzato per diversi giorni, può essere conservato nel congelatore e quindi scongelato in frigorifero. L'olio di semi di lino, noto anche come olio di lino, si scioglie a temperature comprese tra -16 e -20 ° C. Inoltre, l'olio non si espande quando si congela, quindi non vi è alcun rischio di rottura della bottiglia. L'olio di semi di lino invecchia a malapena allo stato solido.

Composizione:

dall'articolo Wikipedia tedesco: tra i trigliceridi dell'olio di semi di lino, la maggior parte (90% o più) sono acidi grassi insaturi. In particolare, questo olio è ricco di acidi grassi omega-3 (acido alfa-linolenico) , con una percentuale compresa tra il 45% e il 71% (anche tra il 17% e il 23,5 di acido oleico e tra 12 e un Acido linoleico al 24%). Il corpo trasforma anche una piccola parte (1-10%) di acido alfa-linolenico in acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA), due preziosi acidi grassi omega-3. 1

La vitamina E dell'olio di semi di lino contiene circa 1,2 mg / 100 g di alfa-tocoferolo e 52 mg / 100 g di gamma-tocoferolo. Inoltre, è relativamente ricco di plastochromanol-8, simile ai tocotrienoli e protegge dalla perossidazione lipidica.

Inoltre, l'olio di semi di lino contiene polifenoli e fitoormoni, sostanze vegetali secondarie che hanno anche effetti positivi sulla nostra salute.

Informazioni generali:

Preparazione:

L'olio di lino spremuto a freddo si ottiene facendo passare il seme di lino attraverso una pressa a vite per l'estrazione dell'olio. Una leggera pressione viene applicata ai semi con un rullo prima di passarli attraverso un cilindro pressante. Durante la spremitura a freddo, l'olio raggiunge una temperatura massima di 40 ° C. Quindi viene rimosso qualsiasi elemento solido che è stato sospeso.

L'olio di lino spremuto a freddo si ossida molto rapidamente con ossigeno atmosferico, quindi sono stati sviluppati diversi metodi di pressatura senza ossigeno che ritardano l'ossidazione durante il processo. Ciò si ottiene premendo in un'atmosfera protetta da azoto o anidride carbonica pura che mantiene l'ossigeno presente nell'aria nel cibo pressato. Questi oli sono di alta qualità, perché durante la lavorazione sono anche protetti dalla luce.

Piccole "torte" di semi di lino sono ottenute dal processo di spremitura. Questi resti sono considerati foraggi di alta qualità e vengono utilizzati principalmente durante i mesi invernali.

Altri usi: l'

olio di semi di lino è ricco di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, il che lo rende più che adatto come sostanza legante per i pigmenti e per la produzione di colori ad olio.

L'olio di semi di lino viene utilizzato anche in cosmesi e come conservante nei legni o nelle vernici. Si dice per rigenerare la pelle. I saponi naturali possono contenere anche olio di semi di lino. Il sapone di semi di lino ha effetti stimolanti e rinfrescanti se si aggiungono olio di chiodi di garofano e citronella.

Storia:

dall'articolo Wikipedia tedesco: tra le fonti naturali di acido alfa-linolenico , l'olio di semi di lino è uno dei pochi in cui la percentuale di acidi grassi omega-3 supera quella degli acidi grassi omega-6. Altri sono olio di camelina, olio di chia esotico o olio di perilla. Il lino è una delle prime cinque colture eurasiatiche del Neolitico (orzo, grano, lenticchie e piselli). Inoltre, insieme all'olio di canapa e papavero, è l'unico olio storico in Europa. Poiché i grassi di cereali di solito contengono principalmente acidi grassi omega-6, l'olio di semi di lino e la sua alta percentuale di acidi grassi omega-3 rappresentano un importante risultato nutrizionale dell'era neolitica. 1

fonti:

  1. Wikipedia in tedesco. Leinöl [Internet]. Versione 12.04.2018 [Citata il 18/05/2018]. Disponibile su: de.wikipedia.org/wiki/Leinöl