Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Germogli di lenticchie, germogliati, crudi

I germogli di lenticchie hanno un sapore leggermente dolce e ricordano le noci. Possono essere consumati crudi o germogliati o cotti.
Acqua 67,3%  70/28/02  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

I germogli di lenticchie germogliati possono essere consumati crudi in insalata o cotti. Contengono molte più vitamine e minerali rispetto alle lenticchie naturali (essiccate). Da un punto di vista botanico, dobbiamo distinguere tra germogli e germogli. Maggiori informazioni nel testo.

Usi culinari: i

germogli di lenticchie hanno un delizioso sapore dolce che ricorda anche le noci. Sono perfetti come base per insalata o per decorare. Per preparare una crema spalmabile vegana, basta schiacciare i germogli e quindi affinare la purea con erbe aromatiche. I germogli hanno il sapore delle verdure. Se vengono fritti o scottati acquisiscono un aroma delizioso. Tuttavia, perdono anche nutrienti molto preziosi. Aggiungili ai curry, agli stufati, ai risotti o alle zuppe appena prima di servirli per ottenere deliziosi piatti.

Acquisizione:

possiamo trovare germogli di lenticchie in supermercati ben forniti e negozi di prodotti biologici. Su Internet vengono generalmente inviati in un pacchetto espresso. Nella misura del possibile, acquisire germogli ecologici e prodotti a livello nazionale. Con i prodotti acquistati devi anche stare attento con la muffa. Nonostante tutto, è comune che le radici pelose vengano confuse con la muffa. L'odore può aiutarci a differenziarli: la muffa profuma di umidità, mentre le radici hanno un aroma fresco e speziato.

Sebbene li conosciamo come germogli, dovremmo distinguere botanicamente tra germogli e germogli. Nei germogli, l'embrione si gonfia e rompe la copertura del seme, quindi potremmo dire che l'embrione si "sveglia" e si sviluppa. Nel caso dei germogli, la parte verde della pianta (gambo, germoglio e prime foglie) ha iniziato a svilupparsi. 13 In questo caso ci sono alcune persone che rimuovono il seme.

Conservazione: i

germogli di lenticchia devono essere consumati immediatamente. Se conservati più a lungo, continuano a crescere anche in frigorifero e perdono preziose vitamine e oligoelementi. Le lenticchie possono essere germinate in un barattolo ermetico o in qualsiasi contenitore ben sigillato, conservato a freddo e consumato il giorno successivo.

Preparali a casa:

se vuoi far germogliare le lenticchie a casa, acquista solo lenticchie non pelate. Ad esempio, la lenticchia rossa che viene venduta nei supermercati viene quasi sempre sbucciata e, pertanto, non è più in grado di germogliare. In generale, i semi biologici non contengono alcun tipo di antigerminante. Prima di iniziare il processo di germinazione, eseguire un test. Metti un cucchiaio di lenticchie su un tovagliolo di carta inumidito (che dovrebbe essere tenuto umido).

Avrai bisogno di un terreno per la coltivazione, come una bottiglia germinativa o un germinatore. Per cominciare, basta un barattolo di vetro pulito con il coperchio forato.

Prima di iniziare il processo di germinazione, assicurarsi che sia ben pulito! Gli scoppi sono immediatamente ammuffiti, quindi è importante che la bottiglia sia correttamente sterilizzata. Anche i semi devono essere puliti. Per iniziare, posizionare le lenticchie in un colino e sciacquarle. Immergi i semi per un'ora o due per ammorbidirli prima di iniziare il processo. Ciò non è necessario con lenticchie rosse o gialle non sbucciate. Dopo l'immersione, risciacqua molto bene le lenticchie. Per fare ciò, rimuovere l'acqua dal bagno, riempire con acqua pulita e drenare di nuovo. Durante la fase di germinazione è necessario sciacquarli regolarmente. Fallo semplicemente un paio di volte al giorno, tranne che in estate. Durante questo periodo si consiglia di sciacquarli tre volte al giorno. 10

Posizionare il flacone di germinazione in un luogo soleggiato, ma non ricevere luce solare diretta. In modo che le lenticchie non siano coperte d'acqua, la bottiglia deve essere inclinata e l'apertura rivolta verso il basso. Le lenticchie germinano dopo uno o due giorni. Per ottenere i germogli, lasciarli un po 'più a lungo (tre o quattro giorni). Prima di consumarli, risciacqua i germogli un'ultima volta.

Composizione:

Nelle lenticchie germogliate, i nutrienti vengono digeriti meglio e i legumi contengono più proteine, fibre e vitamine rispetto alle lenticchie naturali (essiccate). 5 Le lenticchie germinate sono ricche di minerali come ferro , sodio, potassio, calcio, magnesio, fosforo e zinco. Inoltre, le lenticchie germinate aumentano anche la quantità di vitamina E e vitamine del gruppo B (tra cui tiamina , niacina e acido folico ). 5 lenticchie germinate contengono quantità significative di vitamina C. 4

Durante il processo di germinazione, i carboidrati complessi e difficili da digerire diventano disaccaridi digeribili fino all'80%. 3

Nei legumi germinati, aumentano le quantità di aminoacidi metionina e cisteina, un aminoacido relativamente essenziale.

Aspetti relativi alla salute: le

lenticchie sono una buona fonte di ferro (8 milligrammi per 100 grammi), quindi sono considerate molto benefiche per l'anemia. Grazie alla loro alta percentuale di fibre, alleviano la costipazione e riducono i livelli di colesterolo. Inoltre, quando li consumiamo, i livelli di zucchero nel sangue aumentano lentamente, quindi sono altamente raccomandati per le persone diabetiche. L'alta percentuale di acido folico è particolarmente utile per le donne che desiderano rimanere incinta e per quelle che già lo sono. 6
Si dice che l'acido fitico che contengono sia antiossidante e antitumorale. Dobbiamo la più bassa incidenza di tumore del colon-retto alla ferro chelazione. L'acido fitico ha effetti positivi sul cancro alla prostata, al seno e al pancreas. Si ritiene inoltre che aiuti a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. 1.2

Pericoli / Intolleranze:

Come altri legumi, le lenticchie naturali sono ricche di acido folico. Questo si trova principalmente nell'endosperma. L'acido fitico è molto importante per i germogli, meno per l'uomo. Lega minerali e oligoelementi come calcio, zinco, ferro, magnesio e manganese e crea complessi che ostacolano la digestione delle proteine alimentari. Inoltre inibisce l'azione di alcuni enzimi digestivi. Ulteriori informazioni al riguardo sono disponibili nel seguente articolo: Acido fitico o fitati: immergere o germinare .

Se le lenticchie crude vengono mangiate senza germinarle, causano mal di testa, vomito, diarrea e problemi di stomaco o intestinali. Il processo di germinazione degrada diverse sostanze nocive quando sono crude. Una di queste sostanze sono i tannini. 12 Queste sono sostanze antinutritive che rendono i nutrienti totalmente o parzialmente inutili. Anche la quantità di emoagglutinine è ridotta durante il processo di germinazione. Di fronte al consumo eccessivo di lenticchie non germinate, questa lectina può causare il raggruppamento dei globuli rossi nel sangue e, pertanto, sono considerati tossici. Durante la germinazione, la percentuale di emoagglutinina è ridotta tra il 75 e il 100%, anche se ci sono studi che indicano che la percentuale è inferiore .11 Anche così, un semplice ammollo aiuta già a ridurre la quantità di tannini e lectina.

L'aspetto della muffa è relativamente comune, quindi è importante rimuovere bene l'acqua dal lavaggio e impedirne l'accumulo. Se alla fine appare lo stampo, rimuoverlo completamente.

Origine: Le

lenticchie, come le conosciamo oggi, provengono probabilmente dalla lenticchia selvatica di Lens orientalis , dall'Asia minore. Le lenticchie sono coltivate dal Neolitico, quindi è una delle più antiche specie di leguminose coltivate. 7 Nel Neolitico (circa 7000 a.C.), la lenticchia era una delle più importanti piante da raccolta nella Mezzaluna fertile (Bulgaria, Grecia). Nell'antico Egitto e in Palestina, le lenticchie erano un alimento base.

Oggi, i principali paesi produttori sono Spagna, Russia, Cile, Argentina, Stati Uniti. Stati Uniti, Canada e Medio Oriente. Solo in India possiamo trovare più di 50 varietà.

Coltivazione e raccolta: le

lenticchie sono legumi che, con l'aiuto dei proteobatteri ( Rhizobiaceae ) presenti nel terreno, sono in grado di legare azoto e aria, che ha effetti molto positivi sul suolo stesso. Se in precedenza sono stati coltivati altri tipi di legumi, non è necessario introdurre questi proteobatteri nel sonno. Inoltre, è una coltura poco esigente che si sviluppa bene in terreni argillosi, sabbiosi, calcarei e poco profondi, che possono anche essere poco profondi. Non è competitivo da un punto di vista biologico, quindi il controllo delle infestanti è essenziale per ottenere un raccolto puro. A seconda del tempo e del tipo di terreno, può funzionare una coltura mista con avena o orzo. In questo caso è importante che le lenticchie non rimangano all'ombra. La coltivazione di lenticchie in Europa non è sufficientemente sviluppata e premium soprattutto biologica. 8

Le lenticchie vengono raccolte con una mietitrebbia, anche se il tempo di raccolta è un po 'complicato, poiché le lenticchie maturano in modo irregolare (dal basso verso l'alto). È quasi sempre necessario asciugare la lenticchia appena raccolta.

Informazioni generali: La

lenticchia ( Lens culinaris ), è una pianta del genere Lens , all'interno della sottofamiglia delle Faboideae , che a loro volta si trovano all'interno della famiglia delle Fabaceae . 9

Qualsiasi pianta le cui foglie, stelo e frutti sono commestibili può essere germinata per il consumo. Questo non è il caso delle solanacee (patate e pomodori), che contengono solanina, una sostanza tossica. Nel caso dei fagiolini germogliati, non possono essere consumati se non sono stati precedentemente cotti per 15 minuti, poiché contengono fasina. 4

fonti:

  1. Verghese M., Rao D., Chawan C., Walker L., Shackelford L., Effetto anticarcinogeno dell'acido fitico (IP6): l'apoptosi come possibile meccanismo d'azione. LWT Food Science and Technology 2006; 39,1093–1098
  2. Somasundar P. Riggs D,. Jackson B., Cunningham C., Vona-Davis L., McFadden D. Inositol hexaphosphate (IP6): un nuovo trattamento per il cancro del pancreas. Journal of Surgical Research. 2005; 126.199–203
  3. lebensmittellexikon.de Sprossen, Keimlinge, Sprossengemüse.
  4. Krebs A. Die Kraft der Keimlinge. Oliv. 2010; 3.
  5. Davila MA, Sangronis E, Granite M. Legumi germinati o fermentati: alimenti o ingredienti di alimenti funzionali.
  6. Roger J. Heilkräfte der Natur. Ein Praxishandbuch. Zurigo: Avvento Verlag. 2006.
  7. Delaveau P, Lorrain M, Mortier F, Rivolier C, Rivolier J, Schweitzer A. Geheimnisse und Heilkräfte der Pflanzen. Zurigo: Das Beste. 1978.
  8. Anbau von Biolinsen. Erfahrungen in der Schweiz. Aus bioaktuell.ch
  9. Deutschsprachige Wikipedia. Linse (Botanik)
  10. rohkost24.net keimen
  11. hcfricke.com / 2017/04/26 / keimen-oder-kochen-ein-nachschlag / zitiert aus Davis B. et al. Diventando Raw - La guida essenziale alle diete vegane crude. Summertown, Tennessee: Book Publishing Company. 2010
  12. onlinelibrary.wiley.com /doi/10.1002 /fsn3.846
  13. Blog Conasi. Germogli, germogli e microgreens, sono uguali?

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa