Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Mandarino, crudo

I mandarini, che erano già coltivati in Cina secoli fa, sono il gruppo più numeroso di agrumi e si distinguono per essere ricchi di vitamina C.
Acqua 85,2%  92
Macronutrient carbohydrates 92.25%
/06
Macronutrient proteins 5.6%
/02
Macronutrient fats 2.14%
  LA : ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Values are too small to be relevant.

Pittogramma tabelle dei nutrienti

I mandarini vengono consumati crudi o cotti. Il frutto stesso viene utilizzato come ingrediente in macedonie, dessert e gelati, mentre con il succo vengono preparate bevande rinfrescanti. Inoltre, l'olio essenziale di mandarino, che è digestivo, viene estratto dalla pelle.

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Il mandarino è il frutto di diverse specie di agrumi comunemente chiamate mandarino, tra cui Citrus reticulata, Citrus unshiu, Citrus reshni, nonché i loro ibridi, tra cui Citrus × tangerine, di cui si discute la tassonomia. Appartiene al gruppo di frutti chiamato hesperidia e la sua polpa è formata da un numero considerevole di segmenti pieni di succo o succo; che contiene molta vitamina C, flavonoidi e oli essenziali ».

composizione:

«I mandarini sono composti per l'85% di acqua e lo 0,3% di grassi. Inoltre, contengono anche minerali come potassio, calcio o magnesio, nonché un'altissima percentuale di vitamina C * ».

Gusto e usi culinari:

«Sono gli agrumi più simili all'arancia, anche se più piccoli, dal sapore più aromatico e più facilmente per rimuovere la pelle nella maggior parte delle varietà, così come un'acidità leggermente inferiore e una percentuale più elevata di zuccheri semplici. Queste proprietà lo rendono considerato un trattamento naturale facile da mangiare per grandi e piccini. Il mandarino è ottimo per la sua vitamina A e C ».

Mandarini in scatola:

«I mandarini, pelati e sciroppati, possono essere acquistati in scatola durante tutto l'anno. In questi casi, la buccia non viene pelata a mano o industrialmente, ma viene eseguito un processo in cui i mandarini vengono bagnati in acido cloridrico diluito. Questo processo dura un'ora ed è sicuro, poiché imita il processo digestivo che si verifica nello stomaco e contiene anche questo tipo di acido. Successivamente, i mandarini tornano a un nuovo bagno, in questo caso di soda caustica, che consente di separare la pelle da ciascuno dei segmenti. Infine, i segmenti vengono sciacquati con acqua e confezionati in lattine con una soluzione di zucchero contenente la stessa quantità di zucchero dei mandarini * *.

Informazioni sull'origine e la sua coltivazione in Europa:

"Si ritiene che l' origine dei mandarini sia nel nord-est dell'India o nel sud-ovest della Cina . Queste piante sono state coltivate in Cina per migliaia di anni. Dalle regioni di origine, i mandarini si stavano espandendo in tutto il sud-est asiatico e nel resto dell'India.

I primi mandarini introdotti in Europa arrivarono in Inghilterra nel 1805 per mano di Sir Abraham Hume e provenivano dalla provincia di Canton, in Cina. Da una delle due varietà che sono state portate, è stato sviluppato il "mandarino mediterraneo".

I mandarini vengono raccolti principalmente in autunno e si trovano nei supermercati e nei negozi di frutta e verdura, in particolare tra ottobre e gennaio * ».

Dati di interesse:

“Esistono ibridi di Citrus x tangerina e Citrus reticulata con altre specie del genere Citrus e i suoi frutti sono anche chiamati mandarini. Questi ibridi di solito producono frutti di buone dimensioni e di un attraente colore rosso-arancio ».

«L'olio essenziale di mandarino è ottenuto mediante un processo di spremitura a freddo. La buccia tra due e tre chili di mandarini viene utilizzata per ottenere un millilitro di olio * ».

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco .

Commenti