Fondazione Dieta & Salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Betulla, fiori e foglie comuni

L'infuso di foglie di betulla stimola la circolazione e ha effetti drenanti. In cucina, le foglie, i fiori e i frutti sono utilizzati in numerose ricette.

La betulla comune ( Betula pendula ) conosciuta anche come betulla verrucosa o betulla piangente è uno degli alberi più popolari nella metà settentrionale del pianeta, poiché ha una corteccia molto suggestiva e caratteristica. A causa della sua composizione, ha molti usi in cucina. Ad esempio, l'infuso di foglie di betulla viene utilizzato per alleviare alcuni disturbi metabolici come reumatismi o gotta. Inoltre, la betulla viene utilizzata per produrre cosmetici, decorare o ottenere legno e xilitolo, una sostanza che viene solitamente utilizzata come sostituto dello zucchero in Finlandia.

Informazioni generali:

La betulla è un albero a foglie decidue che ha circa 60 varietà. È tra gli alberi più popolari nella metà settentrionale del pianeta. Nel Nord Europa, la betulla comune ( Betula pendula ) è la più nota dell'intera famiglia delle Betulaceae. A seconda del tempo, può raggiungere un'altezza compresa tra 9 e 25 metri; la sua corteccia d'argento e bianca e le foglie luminose la rendono una delle varietà di betulla più eleganti. In Russia e Scandinavia è una delle piante medicinali più importanti, qualcosa di molto simile a quello che succede in Europa centrale con tiglio o quercia. La betulla favorisce la circolazione e ha effetti drenanti, quindi è usata per trattare malattie legate al metabolismo come reumatismi, gotta o idropisia, per esempio. Nel 2000 la Germania lo dichiarò "Albero dell'anno".

Origine e coltivazione:

Essendo un albero a foglie decidue, la betulla si sviluppa meglio nelle aree soleggiate o con qualche ombra e che hanno terreni permeabili. La betulla comune è poco impegnativa e cresce senza problemi in terreni sabbiosi, acidi e poveri di nutrienti. È la varietà più diffusa e coltivata. Tra questi puoi trovare diverse sottospecie che vengono utilizzate per decorare come il "Purpurea", che ha foglie spesse e viola scuro, la "Laciniata", che ha tagli sulle foglie e rami pendenti, il "Tristis", Ha lo stesso tipo di rami e il tronco dritto, così come il "Youngii", a forma di salice piangente, ma senza tronco. La betulla comune Betula Pendula ha 22 sottospecie che coprono il Nord America, l'Asia e l'Europa, tranne nella parte settentrionale dei paesi scandinavi.

composizione:

La corteccia contiene terpeni, betulinolo, acido betulinico, lupeolo e fitosteroli. La linfa che si ottiene dalla corteccia è ricca di zuccheri invertiti. È necessario evidenziare le percentuali di oli essenziali, saponine, flavonoidi (iperoside, quercetina, tra gli altri), tannini, composti amari, resine e persino vitamina C, che possono ammontare fino al 3% del totale.

Usi culinari:

La linfa di betulla viene utilizzata per produrre birra, alcolici, vino o aceto a causa del suo alto contenuto di zucchero. Inoltre, se consumato fresco può anche essere una bevanda rivitalizzante molto ricca di minerali, sebbene possa anche essere addensata e utilizzata come sciroppo. Questa linfa si ottiene perforando l'albero nei mesi di marzo e aprile. Sotto la crosta bianca e nera c'è un guscio più morbido con il quale è possibile produrre una specie di farina commestibile che viene utilizzata principalmente in pasticceria. Tuttavia, l'albero può subire gravi danni se quel guscio viene rotto .

Le foglie non hanno fibre e sono ricche di proteine, quindi sono ideali per preparare pane e insalate e crauti. Inoltre, possono essere combinati con altre erbe, aggiungerle alle salse o preparare bevande da loro. L' infiorescenza gialla viene raccolta ad aprile e viene utilizzata come ingrediente aromatizzante negli impasti e nelle zuppe, oltre a mangiare gelida. Come condimento, può essere aggiunto all'aceto e all'olio o al sale di erbe aromatiche, nonché usato per preparare qualcosa di simile a un chutney . I frutti giovani e ancora morbidi sono glassati o ricoperti di cioccolato. Sono anche usati per preparare tè, punch o limonata, ma anche per fare ripieni, zuppe di verdure, saltate o in scatola.

Usi medicinali:

Tradizionalmente, l'infusione di foglie di betulla è stata utilizzata per trattare reumatismi, gotta e altre malattie legate al metabolismo come artrite, aterosclerosi, febbre o eruzioni cutanee. Le infusioni di foglie di betulla sono molto utili per il trattamento della disidratazione causata da malattie infiammatorie della vescica e dei reni . In alcuni casi, si è persino parlato della dissoluzione dei calcoli renali grazie al tè. Per quanto riguarda le eruzioni cutanee, i bagni e i risciacqui con infuso di foglie di betulla o decotti di conchiglie sono un'ottima soluzione. La corteccia di betulla ha effetti antinfiammatori, antitumorali e antivirali . La linfa di betulla può essere utilizzata sia internamente che esternamente per cure primaverili o per trattamenti per capelli. Ha effetti analgesici e antimicrobici. In caso di diarrea, il carbone di betulla può essere un grande sollievo, poiché le sostanze nocive si legano all'acqua nell'intestino. Inoltre, le malattie croniche della pelle possono essere trattate con piccole quantità di catrame di betulla altamente diluito. Non ci sono effetti collaterali noti per l'uso di qualsiasi parte della betulla.

Dati di interesse:

In passato, sia la corteccia di legno che quella di betulla creavano diversi oggetti della vita quotidiana. In Finlandia, ad esempio, sono state fabbricate scarpe e zaini. In Siberia, la betulla veniva utilizzata per le sue proprietà antisettiche per creare contenitori in cui conservare farina, pane o tè.

Nomi alternativi:

Altri nomi con cui è nota la betulla comune sono la betulla verrucosa, la betulla piangente o la betulla a pendolo.