Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Perla di tapioca

Le perle di tapioca sono usate come addensante e nelle ricette asiatiche. Sono fatti con amido di tapioca senza glutine, che a sua volta è ottenuto dalla manioc
Acqua 11,0%  100/00/00  LA : ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Le perle di tapioca sono fatte con amido di tapioca, che è ricco di carboidrati e non contiene glutine. Questo è un sottoprodotto di farina di manioca (casabe, yucca, guacamota). Prima di usarli, le perle di tapioca sono bianche e hanno le dimensioni di un seme di senape. Sono usati come addensante.

Usi culinari: le

perle di tapioca hanno una consistenza dura e solida e quindi vengono immerse prima di usarle. Durante la cottura, le perle di tapioca di solito cambiano colore e diventano trasparenti. Le perle di tapioca sono un ingrediente popolare non solo in Sud America, ma anche in Africa e in Asia. Nella cucina orientale e sud-orientale, sono utilizzati principalmente in dolci, dessert e bevande. In Asia, il Bubble Tea è diventato di moda, preparato con tè, latte e perle di tapioca. Inoltre, le perle di tapioca vengono utilizzate anche per legare zuppe, salse, budini e dessert. 1

Acquisizione: le

perle di tapioca possono essere acquistate online, ma si trovano anche in supermercati, negozi biologici e negozi asiatici. È anche facile acquistare perle di sago, che originariamente erano ottenute dall'omonima palma e che sono attualmente realizzate anche con manioca . 2 Pertanto, è interessante dare un'occhiata all'elenco degli ingredienti delle perle di sago.

Fatto in casa:

con un po 'di pazienza, le perle di tapioca possono anche essere fatte a casa. La prima cosa è preparare un impasto flessibile con amido di tapioca. Se vuoi che abbiano un colore particolare, puoi aggiungere coloranti alimentari o sciroppo d'acero , che danno all'impasto un colore marrone. Successivamente, forma le perle della dimensione desiderata e poi lasciali cuocere a fuoco lento per 10-15 minuti. Per evitare che le palline finite si attacchino, conservale con un po 'd'acqua e usale il prima possibile.

Composizione: le

perle di tapioca non contengono glutine, ma un'alta percentuale di amido lo contiene. Forniscono anche vitamine e minerali, ma difficilmente grassi.

Altri usi:

dall'articolo Wikipedia tedesco: le perle di tapioca e i fiocchi di tapioca, che sono usati allo stesso modo in cucina, sono fatti di amido di tapioca. Nell'industria, l'amido di tapioca viene spesso utilizzato come addensante e per legare gli ingredienti, ad esempio nella produzione di pillole o gelatine. Nell'industria dell'alimentazione animale, la tapioca è un'ottima fonte di carboidrati e viene utilizzata ad alta pressione per gelatinizzare e produrre pellet di mangime che non si disintegrano dopo il raffreddamento. 1

Produzione:

dall'articolo di Wikipedia: uno dei sottoprodotti della produzione di farina di manioca è l'amido di tapioca. In Brasile, questo amido è noto come polvilho o tapioca e come farofa quando viene arrostito. 4

Etimologia:

dall'articolo di Wikipedia in tedesco: originariamente, il nome "tapioca" deriva dalla lingua dei popoli Tupi del Brasile. Nel linguaggio Tupi, il processo di conversione della radice di manioca in amido commestibile è noto come "Tipi'óka". 1.3

fonti:

  1. Wikipedia. Tapioka [Internet]. Versione 26.03.2017 [Citata il 14/02/2018]. Disponibile su: de.wikipedia.org/wiki/Tapioka
  2. Wikipedia. Sago [Internet]. Versione 03.12.2017 [Citata il 14/02/2018]. Disponibile su: de.wikipedia.org/wiki/Sago
  3. TeeWiki. Tapioka-Kügelchen [Internet]. Versione 08.05.2016 [Citata il 14/02/2018]. Disponibile su: teewiki.org/wiki/Tapiokakugeln
  4. Wikipedia. Maniok [Internet]. Versione del 12.01.2018 [citato il 14/02/2018]. Disponibile su: de.wikipedia.org/wiki/Maniok

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa