Fondazione Dieta & Salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

La miglior prospettiva per la tua salute

Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Peperoncino essiccato al sole

I peperoncini sono peperoncini piccanti. Nella ricetta usiamo quelli che si asciugano al sole, non sempre hanno qualità per una dieta cruda.
Acqua 7,2%  81/12/07  LA (3.1g) !:0 (0g) ALA
Commenti Stampa
Click for nutrient tables

Oltre alle molte varietà selvatiche che esistono di peperoncini , ci sono cultivar, cioè piantagioni umane. La maggior parte dei peperoni Capsicum annuum sono dolci e possono diventare piccanti. Le loro dimensioni sono variabili, quindi possono essere piccole come il peperoncino o raggiungere fino a 25 centimetri. Hanno anche forme e colori diversi.

Esempi:

  • «Il Capsicum baccatum è particolarmente popolare in Sud e Centro America. I frutti sono molto gustosi e il loro tempo di maturazione è relativamente lungo.
  • Tutti i peperoni Capsicum frutescens hanno, quasi senza eccezione, una percentuale relativamente elevata di sostanze piccanti, sebbene dal punto di vista botanico non sia considerata una specie indipendente.
  • Il Capsicum pubescens si distingue per i suoi caratteristici steli pelosi, i fiori viola e i semi neri, che lo rendono una delle varietà più interessanti, sebbene sia la meno coltivata * ».

Rappresentanti piccanti:

«I peperoni più piccanti appartengono alla specie Capsicum chinense, tra cui il famoso Habanero. Tuttavia, ci sono anche alcuni peperoni dolci appartenenti a questa specie. Il Carolina Reaper è considerato il peperoncino più piccante del mondo. Il titolo è stato detenuto anche da Bhut Jolokia, Bih Jolokia, Naga Jolokia e Trinidad Moruga Scorpion. Tutti con un grado di prurito 10 * ».

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Capsicum è un genere di angiosperma, piante dicotiledoni originarie delle regioni tropicali e subtropicali d'America e appartenenti alla famiglia delle Solanacee».

Sia la pianta che i suoi frutti sono chiamati "pepe"; sebbene il frutto riceva altre denominazioni diverse a seconda del prurito, delle dimensioni e del colore. La varietà più diffusa, alla quale appartengono i peperoni, i peperoncini e i peperoncini trovati in Europa, è il Capsicum annuum . La maggior parte dei peperoni contiene - in concentrazioni molto variabili - una sostanza chiamata capsacina, alla quale devono il loro prurito.

storia:

" Esistono prove archeologiche in Messico che il genere Capsicum è stato coltivato più di 6000 anni fa e che è una delle prime colture in America ad autoimpollinarsi. Tale coltivazione sarebbe avvenuta simultaneamente in diversi luoghi in Sud America e America Centrale.

Cristoforo Colombo portò il pepe e i suoi semi in Spagna nel suo secondo viaggio nel 1493. Da lì la sua coltivazione si diffuse in tutto il mondo, a partire dall'Europa, e poi - nel momento in cui la Spagna controllava il commercio con l'Asia - nelle Filippine e da lì in India, Cina, Corea e Giappone.

Una versione alternativa per l'espansione del pepe è che i portoghesi ottennero dalla Spagna e li coltivarono in India. Da lì si diffuse attraverso l'Asia centrale e la Turchia, fino all'Ungheria, dove divenne la spezia nazionale sotto forma di paprika.

Usi medicinali:

«La capsaicina, a basse dosi, stimola l'appetito e la secrezione dei succhi gastrici, aumentando anche la motilità gastrica e intestinale. Esternamente è rubefacente e ripugnante, con effetto analgesico. Indicato per anoressia, dispepsia ipo-secretoria, meteorismo. Uso esterno: lombalgia, faringite, alopecia areata, infiammazioni osteoarticolari, nevralgia post-erpetica e altri ».

Dati di interesse:

"In Europa, oltre al suo uso culinario tradizionale simile a quello delle Americhe, la forma in polvere, la paprika dolce o piccante, viene elaborata a livello di oleoresina per usi industriali nella colorazione di alimenti, cosmetici e prodotti farmaceutici".

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Ingredient with nutrient tables


Commenta (come ospite) oppure accedi
Commenti Stampa