Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator

Peperoncino essiccato al sole

I peperoncini sono peperoncini piccanti. Nella ricetta usiamo quelli che si asciugano al sole, non sempre hanno qualità per una dieta cruda.
Acqua 7,2%  81
Macronutrient carbohydrates 81%
/12
Macronutrient proteins 12.27%
/07
Macronutrient fats 6.74%
  LA (3.1g) !:0 (0g) ALA

Il rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 non deve superare 5: 1. Link al testo esplicativo.

Here, essential linolenic acid (LA) 3.06 g and almost no alpha-linolenic acid (ALA).

Pittogramma tabelle dei nutrienti

Oltre alle molte varietà selvatiche che esistono di peperoncini , ci sono cultivar, cioè piantagioni umane. La maggior parte dei peperoni Capsicum annuum sono dolci e possono diventare piccanti. Le loro dimensioni sono variabili, quindi possono essere piccole come il peperoncino o raggiungere fino a 25 centimetri. Hanno anche forme e colori diversi.

Esempi:

  • «Il Capsicum baccatum è particolarmente popolare in Sud e Centro America. I frutti sono molto gustosi e il loro tempo di maturazione è relativamente lungo.
  • Tutti i peperoni Capsicum frutescens hanno, quasi senza eccezione, una percentuale relativamente elevata di sostanze piccanti, sebbene dal punto di vista botanico non sia considerata una specie indipendente.
  • Il Capsicum pubescens si distingue per i suoi caratteristici steli pelosi, i fiori viola e i semi neri, che lo rendono una delle varietà più interessanti, sebbene sia la meno coltivata * ».

Rappresentanti piccanti:

«I peperoni più piccanti appartengono alla specie Capsicum chinense, tra cui il famoso Habanero. Tuttavia, ci sono anche alcuni peperoni dolci appartenenti a questa specie. Il Carolina Reaper è considerato il peperoncino più piccante del mondo. Il titolo è stato detenuto anche da Bhut Jolokia, Bih Jolokia, Naga Jolokia e Trinidad Moruga Scorpion. Tutti con un grado di prurito 10 * ».

Informazioni generali:

Dall'articolo di Wikipedia in spagnolo: «Capsicum è un genere di angiosperma, piante dicotiledoni originarie delle regioni tropicali e subtropicali d'America e appartenenti alla famiglia delle Solanacee».

Sia la pianta che i suoi frutti sono chiamati "pepe"; sebbene il frutto riceva altre denominazioni diverse a seconda del prurito, delle dimensioni e del colore. La varietà più diffusa, alla quale appartengono i peperoni, i peperoncini e i peperoncini trovati in Europa, è il Capsicum annuum . La maggior parte dei peperoni contiene - in concentrazioni molto variabili - una sostanza chiamata capsacina, alla quale devono il loro prurito.

storia:

" Esistono prove archeologiche in Messico che il genere Capsicum è stato coltivato più di 6000 anni fa e che è una delle prime colture in America ad autoimpollinarsi. Tale coltivazione sarebbe avvenuta simultaneamente in diversi luoghi in Sud America e America Centrale.

Cristoforo Colombo portò il pepe e i suoi semi in Spagna nel suo secondo viaggio nel 1493. Da lì la sua coltivazione si diffuse in tutto il mondo, a partire dall'Europa, e poi - nel momento in cui la Spagna controllava il commercio con l'Asia - nelle Filippine e da lì in India, Cina, Corea e Giappone.

Una versione alternativa per l'espansione del pepe è che i portoghesi ottennero dalla Spagna e li coltivarono in India. Da lì si diffuse attraverso l'Asia centrale e la Turchia, fino all'Ungheria, dove divenne la spezia nazionale sotto forma di paprika.

Usi medicinali:

«La capsaicina, a basse dosi, stimola l'appetito e la secrezione dei succhi gastrici, aumentando anche la motilità gastrica e intestinale. Esternamente è rubefacente e ripugnante, con effetto analgesico. Indicato per anoressia, dispepsia ipo-secretoria, meteorismo. Uso esterno: lombalgia, faringite, alopecia areata, infiammazioni osteoarticolari, nevralgia post-erpetica e altri ».

Dati di interesse:

"In Europa, oltre al suo uso culinario tradizionale simile a quello delle Americhe, la forma in polvere, la paprika dolce o piccante, viene elaborata a livello di oleoresina per usi industriali nella colorazione di alimenti, cosmetici e prodotti farmaceutici".

Nota: * = traduzione dell'articolo di Wikipedia in tedesco.

Commenti