Fondazione Dieta & Salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
La miglior prospettiva per la tua salute
Questa pagina è stata tradotta tramite Google Translator
Le ricette si trovano anche nella nostra app.

Valina (Val, V)

La valina, uno degli otto aminoacidi essenziali, è uno dei componenti principali dei tessuti muscolari e fornisce loro energia.
Commenti

conclusioni:

Una dieta naturale che include legumi, noci e semi copre perfettamente le esigenze della valina. I bambini possono soffrire di carenze se smettono di allattare troppo presto.

I collegamenti che appaiono in grassetto sono almeno ingredienti vegani ragionevolmente ben descritti. Quelli ben descritti hanno una stella dietro di loro. Ma siamo stati solo in grado di iniziare a descrivere la maggior parte degli ingredienti come astratti, perché abbiamo svolto ricerche approfondite su di essi.

 

A causa del gran numero di ingredienti, ecco un altro modo per cercare. Solo gli ingredienti senza tabelle dei nutrienti non sono inclusi nell'elenco.

L'essere umano usa 21 aminoacidi proteinogenici. Sono uno dei componenti delle proteine . La valina (Val, V) è uno degli otto aminoacidi essenziali per l'organismo umano (con istidina e arginina, dieci per i bambini).

Un aminoacido essenziale è uno che il corpo stesso non è in grado di produrre ( sintetizzare ) da solo, ma che è necessario in determinate quantità. Il corpo ha perso gli enzimi necessari per la biosintesi di questi otto aminoacidi perché i contributi nella dieta sono sufficienti.

A causa della sua struttura, come la leucina e le isoleucina , la valina è un amminoacido a catena ramificata, chiamato anche "BCAA" (aminoacidi a catena ramificata). Sono componenti importanti delle proteine muscolari.

fonti:
I legumi come fagioli (1230 mg / 100 g), lenticchie (1220) o fagioli bianchi (1200) sono particolarmente ricchi di valina. Noci, semi e cereali contengono anche grandi quantità di questi aminoacidi, come semi di girasole (1300), anacardi (1090), semi di lino (1070), semi di sesamo (990), mandorle ( 850) e noci (750) e alcuni cereali, come l' amaranto (680), la quinoa (590) e il miglio (580). 2

Perdite durante la conservazione e la preparazione:
Cucinare il cibo denatura le proteine, modificandone le proprietà. Ciò è evidente in "flocculazione" o "coagulazione". Un esempio di questo è l'uovo fritto, che viene denaturato dal calore della padella. L'ossidazione proteica di un amminoacido da parte della presenza di specie reattive dell'ossigeno può influenzare significativamente la sua funzione.

Assorbimento e metabolismo:
La digestione delle proteine ingerite con il cibo inizia nello stomaco attraverso le pepsine , che separano le proteine in peptidi. La successiva separazione si verifica nell'intestino tenue dalle peptidasi. L'assorbimento cellulare viene effettuato attraverso varie proteine di trasporto, specifiche per determinati gruppi di stati di aggregazione. Dopo un pasto ricco di proteine, i BCAA sono i primi aminoacidi a raggiungere il plasma sanguigno e i muscoli. Il corpo può riutilizzarli direttamente durante un'attività sportiva successiva.

Stoccaggio, consumo, perdite:
Le proteine sono soggette a un processo di formazione permanente e degradazione. Il 70-80% degli aminoacidi liberi si trova nei muscoli scheletrici e, in misura minore, nel plasma sanguigno. L'organo principale che regola AS è il fegato. Le proteine hanno certamente quantità molto piccole di valina, ma tutte contengono questo aminoacido. I muscoli contengono quantità particolarmente elevate di valina.

Esigenze quotidiane a lungo termine:
Secondo il metodo utilizzato, si stima che tra 10 e 29 mg di valina per chilogrammo di peso corporeo siano sufficienti per soddisfare le esigenze quotidiane degli adulti sani. L'OMS indica un fabbisogno giornaliero di 26 mg / kg di peso corporeo. 6

Sintomi e cause di carenze:
In caso di assunzione insufficiente attraverso il cibo, possono eventualmente apparire carenze. Una dieta vegana naturale copre le esigenze della valina in modo ottimale e, nel caso del lavoro muscolare, l'assunzione di cibo è maggiore. I bambini sono vulnerabili se vengono svezzati dal latte materno troppo presto e ricevono un'alimentazione inadeguata. Una carenza è avvertita innanzitutto da una generale debolezza fisica e psichica, alterazioni ormonali e propensione a soffrire di malattie. Le malattie che derivano da una prolungata carenza di energia e proteine come kwashiorkor e Marasmus non hanno quasi alcun impatto sul mondo occidentale.

Supplemento eccessivo:
Un eccesso di valina può verificarsi solo se somministrato in grandi quantità. Attraverso il cibo è quasi impossibile che ciò accada. Le persone colpite sono quindi solo le persone che consumano la valina in isolamento, con integrazione e assumono una dose troppo alta.
In caso di scarsa funzionalità renale, la dieta deve essere povera di proteine, per evitare che la produzione di urea aumenti e si accumuli nei reni a causa del catabolismo degli aminoacidi.

funzioni:

  • Come tutti gli aminoacidi, la valina ha una funzione importante nella biosintesi delle proteine.
  • Mentre la valina stimola la secrezione di insulina , non solo garantisce la regolazione della glicemia, ma anche un rapido assorbimento di tutti gli aminoacidi nei muscoli e nel fegato.
  • Con una dieta ricca di proteine o se le riserve di proteine sono mobilitate, la valina può essere utilizzata come fonte di energia.
  • Serve per nutrire i muscoli. Questa funzione si verifica in caso di prolungato sforzo o fame, quando l'organismo deve ricorrere alle riserve stesse. Il catabolismo della valina forma propionil-CoA, che a sua volta forma succinil-CoA , che aiuta a reintegrare il ciclo dell'acido citrico.
  • Nel sistema nervoso centrale, la valina funge anche da importante precursore dei neurotrasmettitori.
  • La valina può favorire la secrezione dell'ormone della crescita somatotropina (GH). Questo, a sua volta, non è solo importante per la crescita durante la pubertà, ma favorisce anche l'uso di aminoacidi nei muscoli, nel fegato e nelle ossa. Allo stesso tempo, l'ormone somatotropina stimola l'eliminazione del grasso.

strutture:
La valina è un derivato dell'acido isovalerico mediante sostituzione dell'atomo di idrogeno α con il gruppo amminico (–NH2).

bibliografia:

  1. Database di composizione alimentare del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.
  2. Elmadfa Ibrahim e Leitzmann Claus: Ernährung des Menschen; 5a edizione (2015); casa editrice Eugen Ulmer, Stoccarda.
  3. Da Groot Hilka e Farhadi Jutta: Ernährungswissenschaft; 6a edizione (2015); Casa editrice Europa-Lehrmittel, Haan-Gruiten.
  4. Kasper Heinrich e Burghardt Walter: Ernährungsmedizin und Diätetik; 11a edizione (2009); Elsevier GmbH, editore Urban & Fischer, Monaco di Baviera.
  5. Biesalski Hans Konrad e Grimm Peter: Taschenatlas der Ernährung; 6a edizione (2015); Casa editrice Georg Thieme, Stoccarda e New York.
  6. OMS: fabbisogno proteico e di aminoacidi nell'alimentazione umana. Serie di relazioni tecniche: 935; 2002

Ad esempio, la valina, come leucina e isoleucina, gli altri due aminoacidi con una catena di atomi di carbonio, nutre i muscoli quando il corpo deve ricorrere alle proprie riserve, che si verificano in caso di prolungato sforzo o fame. Il catabolismo della valina forma propionil-CoA, che a sua volta forma succinil-CoA, che aiuta a reintegrare il ciclo dell'acido citrico.

Le persone inclini a soffrire di carenza di valina hanno uno o più fattori di rischio, come stress psichico e fisico a lungo termine, malattie del fegato, malattie infiammatorie croniche intestinali o la pratica estrema di uno sport.


Commenti