Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute

Recensione: «Occhio! Non bere il tuo latte! »Di Frank A. Osk

L'elenco dei medici che hanno riconosciuto i problemi del latte ne aggiunge un altro, che analizza una moltitudine di studi scientifici e fornisce citazioni da

© CC0, Stiftung Gesundheit und Ernahrung, Stiftung Gesundheit und Ernahrung

Conclusione

Devo ammettere che il libro " Milch besser nicht!", ( " Latte meglio non! " ) Di Maria Rollinger modella più concisamente le idee ed è più adatto per i lettori europei. Il link alla recensione si trova più avanti in questo articolo nel riquadro che ritrae l'immagine sulla copertina del libro. Tuttavia, la pubblicazione di cui trattiamo in questo articolo, dell'autore Frank Aram Oski (1932-1996) aggiunge altri aspetti importanti. Come pediatra ed ematologo, è stato direttore del servizio pediatrico presso la State University di New York e successivamente presso la Johns Hopkins University School of Medicine.

Dr. Oski, il suo lavoro e la sua esperienza, sono diventati referenti di malattie, alimentazione e igiene dei bambini negli Stati Uniti. Ma non solo: in seguito si occupò anche della dieta degli adulti. Ha pubblicato questo libro poco prima della sua morte prematura a causa del cancro alla prostata. La sua analisi del latte è arrivata troppo tardi per lui, tuttavia, la ricerca che ha condotto e condiviso con noi sorpreso dalla sua ricchezza. Li chiama fatti agghiaccianti sul cibo più sopravvalutato del mondo . In questo articolo forniamo collegamenti a tutti i lavori scientifici da lui diretti.

Il libro " ¡Ojo! Non bere latte! " Fornisce importanti argomenti e motivi per cui il latte di mucca è malsano, nonché i motivi per cui molte persone non lo conoscono. Qualsiasi latte diverso dal tuo è considerato malsano; Tuttavia, l'autore non menziona un problema importante: i numerosi ormoni della crescita contenuti nel latte.

Sebbene il latte sia originariamente un prodotto naturale, può diventare più dannoso di quanto pensiamo. I mammiferi producono un latte con una composizione chimica molto diversa dal latte materno umano.

La carenza di ferro nei bambini che consumano molto latte è stata, molto probabilmente, la prima indicazione dei problemi causati dal latte di mucca. A quel tempo, era ancora consumato come cibo complementare.

Confronto dei minerali contenuti nel latte umano e nel latte di vacca

Tuttavia, il contenuto di ferro nel latte vaccino, con un valore di 60 µg / dl, non è molto diverso da quello contenuto nel latte materno, che si attesta a 74 µg / dl.

Quando il latte di mucca veniva consumato solo come integratore alimentare, venivano invece presi alimenti di migliore qualità, come le verdure. Oggi conosciamo diete molto migliori che non includono il latte.

La verdura ha tra il doppio e fino a oltre trenta volte la quantità di ferro nel latte; Un buon esempio di questo sono spinaci e bietole . Inoltre, spesso forniscono anche più calcio, se si considera l'assorbimento netto.

Confronto dei minerali contenuti nel latte umano e nel latte di mucca (mg / dl)
elemento Humana mucca
Ca ( calcio ) 30 120
P ( fosforo ) 14 94
K ( potassio ) 51 150
Na ( sodio ) 15 45
Cl ( cloro ) 41 106
Mg ( magn. ) 4 12
S ( zolfo ) 14 33
Tavolo del libro "Milch und Milchprodukte in der Ernährung des Menschen", (" Latte e prodotti lattiero-caseari nell'alimentazione umana " ) , scritto dal professor Edmund Renner, terza edizione 1977, pagine 152 e 156.

La pagina seguente è disponibile sulla pagina Vegan.de (31/05/02): il Dr. Renner è considerato il guru del latte e ha condotto numerosi studi sulla presunta prevenzione dell'osteoporosi consumando latte di mucca .

Di seguito presentiamo i risultati tratti dall'International Dairy Journal 1991/1 / p. 77-82. Successivamente presentiamo una dura critica a come questo studio è stato condotto all'università Justus Liebig di Giessen . Ho convertito i dati mg / mg / dl in modo che possano essere confrontati con la consueta forma mg / 100 g e non causino confusione.

Secondo il professor Renner, il latte umano contiene 2 g / l di minerali, mentre il latte di mucca raggiunge 7,3 g / l, che è la quantità di cui un vitello ha bisogno. Tutte quelle sostanze che consumiamo in eccesso hanno un effetto negativo sul nostro organismo.

Il professor Oski ci informa, come scienziato di riferimento, perché il latte e i latticini sono diventati alimenti essenziali nella nostra dieta. Cita esempi che riflettono la grande influenza esercitata dall'industria lattiero-casearia e dai lobbisti e sottolinea le grandi imprese e la manipolazione politica senza dimenticare di fornire fatti e cifre. A poco a poco sta emergendo una postura critica, perché sono state scoperte malattie che indubbiamente derivano dal consumo di latte.

Intolleranza al lattosio

Comincia trattando il problema dell'intolleranza al lattosio, che colpisce la maggior parte della popolazione mondiale. Dopo aver analizzato diversi gruppi tribali in Nigeria, hanno scoperto che in due di essi, il 99% delle persone era intollerante al lattosio dopo tre anni. D'altra parte, ci sono molti meno casi di intolleranza al lattosio nell'Europa settentrionale e meridionale, così come in alcune regioni dell'Africa o dell'India. Tuttavia, le persone che non soffrono di intolleranza al lattosio e possono tollerare il consumo di latte, saranno influenzate anche dal resto dell'inconveniente del loro consumo.

Allergie al latte

Nella sezione successiva, il Dr. Oski approfondisce il tema delle allergie legate al latte diverse dall'intolleranza al lattosio come congestione nasale, attacchi di asma, infezioni respiratorie, eczema, vomito o diarrea . Queste reazioni possono essere sintomi dell'allergia al latte vaccino, purché non venga trovata altra spiegazione.

In tali casi, i prodotti lattiero-caseari devono essere sostituiti con prodotti a base di soia. È importante sapere che la soia può anche causare reazioni allergiche ad alcuni bambini. La maggior parte delle madri è convinta che il latte vaccino sia essenziale per il proprio bambino e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui i medici non osano offrire un'alternativa.

Alimenti come latte, mais e zucchero di canna - in particolare - possono causare problemi gastrointestinali, malattie respiratorie, eruzioni cutanee, nonché affaticamento e disturbo da deficit di attenzione.

Prima di tutto è importante assicurarsi che i sintomi citati non abbiano altre cause. Senza dubbio, spesso soffriamo di allergie alimentari che non sono state diagnosticate e, pertanto, il latte dovrebbe essere considerato il primo allergene che causa questi sintomi.

Redaction comment

Alcune allergie alimentari-soprattutto nel caso di latte- non attivano la produzione di immunoglobuline E. glutine o celiachia appartiene al gruppo di intolleranze alimentari immunologici che non comportano immunoglobuline E. Gli anticorpi del sangue così In generale indicano solo che la persona allergica consuma detto cibo più frequentemente.

Malattie cardiovascolari

Nel capitolo "Il grasso può essere fatale?" Si dice che negli Stati Uniti. UU. Ogni anno un milione di persone muoiono per malattie cardiovascolari, che a loro volta rappresentano il 50% delle cause di morte negli Stati Uniti. UU.

I livelli di colesterolo nel sangue diminuiranno se si riduce il consumo di alimenti di origine animale come uova, latticini e carne.

Pertanto, al fine di ridurre il rischio di malattie come arteriosclerosi, ictus o infarti, è essenziale che l'assunzione di grassi sia di origine vegetale.

Il libro espone come la comunità scientifica non si rese conto fino agli anni '50 (dopo la guerra di Corea) che queste malattie iniziano a svilupparsi ( patogenesi ) durante l'infanzia, quando l'individuo segue una dieta occidentale.

Redaction comment

Prima che il problema del grasso fosse studiato a fondo, purtroppo era stato affermato che la percentuale di grasso nella dieta occidentale era troppo elevata e la comunità scientifica si è inserita nell'analisi di altri problemi di salute, come il diabete.

Fino a molto tempo dopo non si rendevano conto che la chiave non era ridurre il consumo di grassi, ma garantire la loro qualità biologica. Infine, hanno riconosciuto che il consumo di grassi e, soprattutto, di proteine vegetali ha contribuito a una vita più sana rispetto al consumo di proteine di origine animale.

In particolare, hanno riconosciuto l'importanza di alcuni acidi grassi. La recensione del libro "Elstudio de China " del professor Colin T. Campbell lo aiuterà a smettere di essere il giocattolo dell'industria alimentare. Michael Moss ci spiega perché abbiamo sviluppato questa dipendenza e l'abbiamo spiegato nella nostra recensione Sale, zucchero e grassi .

Cancro al colon, carcinoma mammario e carcinoma prostatico

Successivamente, il Dr. Frank A. Oski spiega la relazione tra l'alto consumo di latte e prodotti lattiero-caseari e lo sviluppo del cancro - in particolare il cancro del colon, del seno e della prostata - sulla base di numerosi studi scientifici, di cui fornisce la documentazione nell'appendice di ricerca. Cita anche libri e suggerisce letture alternative in relazione all'argomento.

Le conseguenze ha per i bambini di non bere esclusivamente latte materno o per un periodo di tempo ridotto

Come pediatra, scrivi sulle conseguenze che ha per i bambini di non bere esclusivamente latte materno o per un breve periodo di tempo. Chiarisce anche le possibili conseguenze che ciò può avere nel corso della vita di questi bambini.

I bambini che sono stati allattati al seno per almeno un anno saranno protetti principalmente dalle infezioni gastrointestinali e dalle malattie respiratorie. Durante il periodo dell'allattamento al seno, così come durante la gravidanza, si raccomanda alla madre di mettere da parte anche i latticini.

Il professor Edmund Renner , che spesso intercede a favore dell'industria alimentare, riconosce quanto segue nel suo lavoro di riferimento (vedi sopra) (p. 157):

Nei neonati prematuri, si osservano cambiamenti significativi nel latte, che mostrano principalmente alti livelli di rame, magnesio, silicio e alluminio (Unanyan 1967).

A pagina 162, afferma quanto segue per quanto riguarda l'alimentazione dei neonati: Il latte che nutre un neonato deve avere una percentuale ridotta di minerali, poiché l'elevata assunzione di sostanze minerali durante il primo mese di vita potrebbe sovraccarico di attività renale (Abe 1969, Droese e Stolley 1972, Kagan et al. 1956, Nichols and Danford 1966, Yamauchi e Tsugo 1970).

Il latte materno si adatta alle esigenze del bambino in ogni momento e non solo il colostro (primo latte) è essenziale per il sano sviluppo del bambino.

Ma quali alternative ha una madre che non può allattare il bambino?

Il Dr. Frank A. Oski afferma che i prodotti sostitutivi di oggi sono molto meglio di anni fa e raccomanda alle madri di rivolgersi al latte per infermiere. Successivamente, l'autore spiega come una madre dovrebbe procedere per quanto riguarda gli alimenti sostitutivi e affronta anche il problema dello svezzamento. Nella sezione successiva, questo autore e dottore approfondisce il modo in cui gli adulti e gli anziani dovrebbero comportarsi rispetto al latte e ai prodotti lattiero-caseari.

osteoporosi

Nel seguente titolo, il Dr. Oski spiega la questione del calcio. Il calcio ( calcio ) è importante per noi umani. L'industria lattiero-casearia afferma che dobbiamo soddisfare il nostro fabbisogno di calcio attraverso il latte e i suoi derivati. Tuttavia, abbiamo già ricevuto abbastanza calcio attraverso le verdure, che contengono un calcio più facile da assorbire.

Il corpo umano ha più capacità di assimilare il calcio da verdure, pesce o noci rispetto a quello contenuto nel latte.

Molte persone soffrono di osteoporosi a causa dell'elevato contenuto di calcio nel latte.

Gli americani ingeriscono 807 mg di calcio solo dai latticini, come il formaggio. Inoltre, le donne anziane soffrono spesso di osteoporosi, mentre a Taiwan, dove consumano solo 13 mg o in Ghana con 8 mg, ci sono molti meno casi di osteoporosi e le persone hanno dentiere migliori.

Redaction comment

Quando queste persone adottano la nostra dieta occidentale, iniziano a manifestare - a volte non si manifesta fino alla seconda generazione - la stessa suscettibilità all'osteoporosi di noi. L'autore elenca alcuni alimenti che contengono calcio come peperoni (229 mg / 100 g), cavolo (175 mg / 100 g), spinaci (150 mg / 100 g), mandorle (264 mg / 100 g) o pesce , che nel caso delle sardine raggiunge i 382 mg / 100 g.

Tuttavia, queste sono eccezioni e solo una migliore biodisponibilità e l'alto pH di frutta e verdura fanno la differenza.

Acne

Il seguente testo tratta degli ingredienti indesiderati che contengono prodotti a base di latte di vacca. Inizia con batteri indesiderati come l'Escherichia coli (E. coli) o lo Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus), che non scompaiono e si riproducono anche dopo essere stati riscaldati ad alte temperature, causando persino la mastite . Affronta anche il problema dei pesticidi indesiderati e dell'ormone progesterone , presente nelle vacche in gravidanza.

Il progesterone nel latte può causare l'acne. Una volta cessato il consumo di latte, dopo un po 'le eruzioni cutanee scompaiono.

Lo steroide sessuale progesterone ha dimostrato di essere un progestinico che può causare l'acne. Questa affermazione sarà trovata più avanti nella pubblicazione. Se la persona interessata smette di bere latte, vedrà scomparire i sintomi dopo un breve periodo di tempo.

Oggi, la gestazione prematura delle mucche è causata per garantire che il latte continui a fluire. Per questo motivo, nei latticini si trova più progesterone.

I bambini possono anche presentare l'acne miliar, noto anche come acne neonatorum o più popolarmente come ingrasso o graniti di latte. A seconda del comportamento alimentare della madre, questi possono apparire anche nell'utero. Oggi nell'acne milliar appare nel 20% dei neonati.

© CC-by-sa 3.0, Wikipedia
Nel capitolo "Occhio con la mucca" , l'autore approfondisce le malattie strettamente legate al consumo di latte. Tuttavia, gli scienziati che preferiscono il latte mettono in discussione queste correlazioni per ragioni che possono essere comprensibili. Il Dr. Oski è cauto e scrive solo di "teorie molto preoccupanti".

Sclerosi multipla

Nel caso della sclerosi multipla (SM), ad esempio, menziona un gran numero di studi scientifici pertinenti che mettono in relazione questa malattia con cause diverse. Tutta la ricerca ha un punto in comune: la sua relazione con il consumo di latte. Se gli studi vengono analizzati singolarmente, non noteremo questo dettaglio, poiché anche altri fattori sono coinvolti. Dato il potere dei gruppi di pressione dell'industria lattiero-casearia, non è sufficiente come avvertimento ufficiale. La sclerosi laterale amiotrofica è anche correlata al consumo di latte.

È dimostrato che il consumo di latte vaccino provoca leucemia nelle scimmie. La maggior parte delle malattie che colpiscono gli scimpanzé si verificano anche nell'uomo.

Il libro spiega anche la relazione tra latte e artrite giovanile idiopatica (AIG). Wikipedia menziona ancora che la causa di questo tipo di malattia reumatoide rimane sconosciuta, nonostante il grande successo del pediatra Dan J. Baggett e di altri specialisti nella medicina dei bambini, che è riuscito a curare questa malattia solo astenendosi dal consumo di prodotti lattiero-caseari.

Alcuni casi di adolescenti mostrano anche una grande correlazione tra comportamento antisociale e criminalità. È sorprendente che questi adolescenti bevano fino a dieci volte più latte rispetto agli altri giovani. Gli scienziati sospettano che possa essere causato da una sorta di avvelenamento a causa di un eccesso di proteine o di una carenza di nutrienti che le noci forniscono al cervello. In breve, il Dr. Oski mostra anche come il latte può anche deteriorare i denti dei più piccoli quando gli viene dato un bicchiere prima di andare a dormire.

Successivamente, si occupa in particolare della pubblicità sul latte, che persino la Federal Trade Commission o FTC, a favore del settore, ha dovuto riconoscere come falsa, fuorviante e fraudolenta. Questa pubblicità è culminata in "Tutti hanno bisogno del latte" e "Le persone che bevono latte sono i migliori amanti".

La FTC è arrivata al punto di dover agire contro i propri clienti. Lo slogan pubblicitario alla fine era il seguente: Milk ha qualcosa per ogni persona . In questo modo, la frase può anche riferirsi a sostanze nocive.

Il libro include anche argomenti come il modo in cui i media vivono in questo settore e, allo stesso tempo, vengono osservati (Argus).

Sindrome da affaticamento cronico

Nel capitolo "Sindrome da latte e affaticamento cronico", l'autore menziona le varie malattie che altri medici descrivono, a seguito del consumo di latte, tra cui i disturbi d'ansia e la depressione. Lo psichiatra HL Newbold lo considera spesso il risultato di un'allergia al latte di mucca.

La rinuncia a prodotti con tracce di prodotti lattiero-caseari ha fatto scomparire il disagio e viceversa.

Il Dr. William G. Crook nei suoi studi ha analizzato e scoperto che su ogni 45 bambini con iperattività o problemi di apprendimento, 41 soffrivano di un'allergia alimentare che era la causa della loro malattia.

L'industria lattiero-casearia sta iniziando a riconoscere che il latte di mucca non è il prodotto ideale che abbiamo cercato di vendere. I latti vegetali a base di latte che si possono trovare oggi sono molto più sani.

Il latte materno è essenziale per lo sviluppo del cervello e lo sviluppo generale del bambino, per questo motivo è essenziale che, durante l'allattamento, le madri non assumano latticini. L'assunzione precoce del latte vaccino aumenta anche il rischio di diabete.

È importante che le madri rinunciano a quei prodotti che contengono latte di mucca, poiché in seguito possono comparire gravi problemi.

Spiegare i diversi tipi di latte e i vantaggi e gli svantaggi del suo consumo, che includono latte migliorato e imitazioni del latte. Fornisce un gran numero di esempi di metodi di produzione, nonché dettagli sulla composizione del latte. Informa anche sullo spirito del tempo e fornisce dati sulle abitudini di consumo dei fluidi.

La recensione del libro "Milch besser nicht" (Latte meglio no!)

© Courtesy of Maria Rollinger

Ecco il link alla recensione del libro «Milch besser nicht» (meglio il latte!) Di Maria Rollinger dove troveranno anche l'indirizzo per richiederlo direttamente all'editore. Lo considero il libro che affronta al meglio la questione del latte e i pericoli che può comportare per la nostra salute. Elenca anche più di 50 articoli scientifici su cui ha fatto affidamento per scrivere il suo libro.

Negli Stati Uniti UU. Soprattutto, ci sono un gran numero di medici e professori di medicina che hanno scritto libri su questo argomento e ognuno di essi evidenzia un aspetto leggermente diverso.

Ho anche recensito alcuni libri scritti da medici, con una base scientifica o una grande conoscenza pratica. Nella conclusione o nel sommario troverai gli argomenti più importanti di ciascuno degli autori.

Ciò non accade nella mia recensione del libro MILK The Deadly Poison (MILK, il veleno mortale) , di Robert Cohen , poiché ha scoperto lo scandalo sull'approvazione degli ormoni artificiali negli Stati Uniti, pertanto, troverete le mie opinioni su Il libro in conclusione.

Persino un chiropratico ha accumulato una serie di esperienze straordinarie sulla pelle dei suoi pazienti che consumano latte: la recensione del libro "NO MILK!" (Milk no!) Di Daniel A. Twogood .

Puoi trovare parte del contenuto del libro nel seguente link in inglese: Google Libri . Nella pagina procorn.org puoi anche trovare dichiarazioni di scienziati vicini al settore lattiero-caseario e confrontarle con le affermazioni di scienziati indipendenti, che giungono a conclusioni molto diverse sulle malattie e i disturbi causati dai prodotti lattiero-caseari. La decisione è solo nelle tue mani ...

Se confrontiamo gli approcci dei diversi libri che mostrano una critica al latte, troveremo differenze molto marcate che possono essere determinate da motivazioni morali, cioè in relazione al benessere degli animali, rispetto per l'ambiente o distruzione delle foreste per pianta di mais, cereali o soia che funge da alimento per il bestiame. Altri libri si concentrano su ingiustizie come "Mungere il pubblico" , che scopre il quadro esistente tra politica e salute pubblica. A questo dobbiamo aggiungere copie economiche delle idee originali, che replicano solo ciò che è stato detto prima.

© CC-by-sa 2.0, Alissa Hamilton
© CC-by-sa 2.0, Robert Cohen
© CC-by-sa 2.0, Michael McMenamin, Walter McNamara
© CC-by-sa 2.0, Judith Mudrak-Wasem
© CC-by-sa 2.0, Dr. med. Renata Collier

2. Recensione del libro

Successivamente spiegheremo il contenuto di ciascuno dei capitoli in spagnolo.

Il Dr. Frank A. Oski inizia il libro con un account personale, in cui racconta come un buon giorno, sua figlia sia tornata da scuola piangendo. Il motivo del suo pianto era che aveva risposto "no" alle seguenti domande, tuttavia, il professore ha ritenuto che la risposta alla terza domanda fosse "sì":

  1. Pensi che un coniglio possa fare un guanto?
  2. Un pesce può saltare come un coniglio?
  3. Tutti i bambini dovrebbero bere latte?

Anche nelle domande puoi riconoscere la mano manipolatrice del settore e con quale sottigliezza subliminale influenza le persone.

Il latte avversario è considerato anti-americano

Il latte avversario è considerato anti-americano e l'insegnante era convinto che questo padre che era anche un medico, fosse un vero pazzo, una parola che in inglese (pazzo) è sinonimo di malati di mente, insensati, pericolosi e imprevedibili. Semplicemente rimuovendo il latte dal cibo dei bambini! All'inizio il dott. Oski ha capito la reazione, poiché le persone non istruite in questo settore possono solo adottare questa posizione a causa dell'intenso e convincente marketing a cui siamo esposti, che è spesso accompagnato da molta pressione politica.

La convinzione che il latte sia un alimento molto completo e nutriente deriva da ciò che le nostre madri ci hanno instillato, poiché la pubblicità aggressiva sul latte e sui prodotti lattiero-caseari esiste da generazioni.

L'enciclopedia tedesca Meyers alla sua quarta edizione, 1885-1892 descrive persino la produzione naturale di latte (link in tedesco):

Allo stato naturale, una mucca può dare fino a 3 litri di latte al giorno; Al giorno d'oggi ottengono fino a 50 litri di un singolo animale.

Indica anche che le mucche Allgäuer danno molto latte fino all'età di 16 anni . Oggi, queste mucche potrebbero essere considerate fortunate se raggiungono un terzo di quell'età.

2.1. Il latte è naturale, ad es. 7

La pubblicità suggerisce idee come: "Il tuo latte è già stato preso?", "Il latte è naturale", "Il latte è il cibo perfetto", "Tutti hanno bisogno di bere latte" o persino "Le persone che bevono Il latte sono i migliori amanti ". Vedi anche ciò che spieghiamo di seguito.

© Public Domain, 9AHrwZ3Av6Zhjg, Wikipedia
Il dipinto ad olio " La lechera" (circa 1660) del pittore Jan Vermeer dimostra che le famiglie ricche hanno consumato latte durante il periodo di massimo splendore economico dell'Olanda nel 17 ° secolo. L'opera può essere visitata al Rijksmuseum di Amsterdam.

Un settimo della spesa alimentare è legato ai prodotti lattiero-caseari, che rappresenta la percentuale più alta nella categoria alimentare. Ogni persona consuma in media 187 kg di prodotti lattiero-caseari all'anno negli Stati Uniti. Per questo, 18 milioni di mucche assicurano questa "grande impresa".

Nell'ambito della politica, ad esempio, uno su sette membri del Congresso degli Stati Uniti riceve denaro dal settore lattiero-caseario per finanziare le elezioni, in modo che progettino leggi per garantire prezzi elevati e garanzie di acquisto.

Infine, ci sono sempre più medici e persone che hanno avuto esperienze negative legate alla loro salute, che mettono in discussione la salute del latte vaccino.

Esperienze negative legate alla tua salute, che mettono in discussione la salute del latte vaccino

Ma è ancora più sorprendente che anche la Federal Trade Commission (FTC) abbia mostrato una posizione critica. Perfino il presidente Richard Nixon iniziò a rendersi conto che il latte non era necessariamente salutare. Anche John Connally , che nel 1975 fu coinvolto in uno scandalo per corruzione in relazione ai prezzi del latte in Texas, condivideva la stessa posizione.

Il consumo di latte è iniziato con una carenza di ferro nei neonati e nei bambini. Sono stati rilevati casi di spasmi e diarrea in relazione al latte, nonché diversi tipi di allergie. I primi segni hanno confermato che l' arteriosclerosi e gli attacchi di cuore sono anche correlati al consumo di latte.

I pediatri erano così incerti sul latte di mucca che il Committee for Food dell'American Academy of Pediatrics (AAP) ha pubblicato un articolo intitolato " Dovrebbe essere scoraggiato il consumo di latte da parte dei bambini?" ("Dovrebbe essere scoraggiato che i bambini bevano latte?"). La risposta deve essere forzatamente un "sì" o un "no".

Il latte è sostanzialmente composto da zucchero, grassi e proteine, acqua in abbondanza, che a sua volta contiene minerali, vitamine e ormoni. Oggi, i tre componenti principali del latte vengono messi in discussione; Inoltre, i problemi che causano sono stati riconosciuti nel mondo scientifico.

I mammiferi bevono il latte materno fino a quando il loro peso non triplica ciò che hanno pesato alla nascita. Un bambino umano lo raggiunge dopo circa un anno.

Gli umani non sono ancora consapevoli che altri mammiferi come capre, elefanti, mucche, cammelli, yak , lupi o trichechi producono un latte con una composizione totalmente diversa.

2.2. Cinquanta centesimi per un litro di gas intestinali!, P. 11

Il lattosio o lo zucchero del latte è un disaccaride , cioè un doppio zucchero che è formato da D- galattosio e D- glucosio . Il lattosio è presente solo nel latte. Tutti i mammiferi tranne le foche, i leoni marini e i trichechi producono latte con lattosio come componente dello zucchero. La proporzione di lattosio nel latte materno è di 7 g / 100 g e nel latte di mucca di 4,8 g / 100 g.

Le persone non possono assorbire il lattosio. Pertanto, il corpo di un bambino produce l'enzima lattasi, che è responsabile della scomposizione del lattosio. Quando questo enzima manca o è presente in quantità molto ridotte, il lattosio passa nel colon, dove i batteri lo scompongono. Questo a sua volta genera molti gas.

La maggior parte delle persone riduce gradualmente la produzione di lattasi dopo l' allattamento fino a quando non si ferma a circa quattro anni. Solo alcuni gruppi etnici, come i popoli del nord Europa, hanno sviluppato la capacità di digerire il latte e i prodotti lattiero-caseari in una certa misura a causa di una mutazione. Queste persone a loro volta si diffondono in altri continenti.

In tutto il mondo, la maggior parte degli individui è intollerante al lattosio e soffre a causa del consumo di latte e di alcuni prodotti caseari.

La maggior parte degli individui è intollerante al lattosio.

Wikipedia: quando l'attività della lattasi è inadeguata, il lattosio in decomposizione raggiunge il colon, dove viene assorbito e fermentato a causa dell'azione dei batteri intestinali. Gli agenti che causano la fermentazione sono lattato - chiamato anche acido lattico - e gas metano (CH 4 ) e idrogeno (H 2 ). Questi gas diventano, tra l'altro, flatulenza ...

Inoltre, l'acido lattico ha una capacità osmotica e provoca un flusso di acqua nell'intestino il cui risultato è la diarrea .

Tuttavia, l'assenza dell'enzima lattasi non è sempre accompagnata da questi sintomi. In questo caso, si tratta di un disturbo chiamato ipolattasia, o un po 'più sfumato, «difficoltà a digerire il lattosio. I prodotti della decomposizione dei batteri causano altri sintomi .

L'intolleranza al lattosio provoca distensione addominale con crampi intermittenti accompagnati da diarrea.

Vedi foto I medici che non sono a conoscenza della relazione del lattosio con questi sintomi di solito diagnosticano la sindrome dell'intestino irritabile o, nel caso dei bambini, la considerano normale eruttazione o rilascio di gas. Prima del 1965, la scienza ipotizzava che l'intolleranza al lattosio fosse un'anomalia causata dalla malattia!

Fu nel 1965, quando gli studi della Johns Hopkins University School of Medicine mostrarono che il 15% della popolazione bianca e il 70% della popolazione di origine africana non erano in grado di digerire correttamente il lattosio. Da lì, sono state condotte altre ricerche che hanno scoperto che esiste un gran numero di persone con intolleranza al lattosio in tutto il mondo.

Il Dr. Frank A. Oski mostra una tabella di 17 gruppi di persone con dati sulla percentuale di persone intolleranti al lattosio in ciascuno di essi. L'intolleranza al lattosio in Danimarca è insignificante con il 2%, seguita dalla Svizzera con il 7% e dalla popolazione bianca degli Stati Uniti. All'estremità opposta si trovano il Bantu (città al centro e il sud del continente africano), i thailandesi e i filippini con intolleranza al lattosio al 90%. I giapponesi e i taiwanesi raggiungono l'85% di intolleranza al lattosio e i cinesi non sono elencati nella tabella.

Il dott. Norman Kretchmer , ex direttore dell'Institute for Child Health and Human Development del National Institute of Health , ha studiato l'intolleranza al lattosio in Nigeria. Ha analizzato due gruppi etnici che hanno bevuto molto latte, in particolare gli Hausa e i Fulani, residenti nel nord del paese, e ha scoperto che solo il 20% delle persone studiate mostrava intolleranza al lattosio. Tuttavia, in altri gruppi etnici come Yoruba e Ibo, il 99% dei suoi membri era intollerante al lattosio.

Il dott. Oski descrive la frustrazione causata dal fatto che gli Stati Uniti hanno iniziato a donare latte in polvere ai paesi in via di sviluppo come aiuto umanitario. L'industria lattiero-casearia negli Stati Uniti aveva un grave problema la cui soluzione era quella di sbarazzarsi della quantità eccessiva di latte in polvere che avevano, quindi suggerirono la possibilità di vendere quel latte allo stato. In Sud America, il latte in polvere ha causato così tanti problemi intestinali e digestivi che lo hanno usato per imbiancare le facciate delle loro case ...

Nonostante le ricerche condotte sull'intolleranza al lattosio, il latte è ancora distribuito in un gran numero di scuole, anche in città come Baltimora, con un'altissima percentuale di popolazione afroamericana.

Indubbiamente, i batteri che contengono yogurt e formaggio sono responsabili della rimozione della maggior parte del lattosio, in modo che questi prodotti a questo proposito non siano generalmente così problematici.

Il 10% dei bambini bianchi negli Stati Uniti soffre di dolori addominali cronici o ricorrenti , cioè dolori addominali ricorrenti nell'infanzia, che di solito scompaiono immediatamente se i bambini smettono di bere latte e derivati.

© CC-by-sa 3.0, Rainer Renz, Wikipedia
Distribuzione mondiale dell'intolleranza al lattosio. Associazione di persone con intolleranza al lattosio, Rainer Renz, Wikipedia.

2.3. Non piangere per il latte versato , p. 21

Commenti

Tag Cloud
 latte   che   del   per   Non   con   bambini   una   della   Nel   sono   anche   dei   essere   Come   più   hanno   può   Questo   gli   lattosio   Stati   materno   delle   consumo   prodotti   solo   Era   mucca   nella