Fondazione Dieta & Salute
Fondazione
Dieta & Salute
Svizzera
La miglior prospettiva per la tua salute

Perché così tante persone sviluppano il cancro? Come evitarl

Come possiamo prevenire efficacemente il cancro e perché così tante persone ne soffrono? Buone strategie contro il cancro.

© CC-0 1.0, 4924546, Pixabay

Il cancro (tumore maligno, neoplasia) è una diagnosi terrificante per i pazienti. Per i medici, è una delle cento malattie in cui le cellule mutano in modo incontrollato e sono in grado di riprodursi in altre parti del corpo.

Le statistiche sono più che allarmanti. Nel 2012, oltre otto milioni di persone sono morte a causa di un cancro. Allo stesso tempo, sono stati registrati circa 14 milioni di nuovi casi. Si stima che il numero di nuovi pazienti aumenterà del 70% entro il 2032. 1

Molte persone si sentono impotenti quando si tratta di combattere questa terribile malattia. Altri , d'altra parte, si assumono la responsabilità della propria salute e trovano il modo di invertire il processo e contrastare la malattia .

Ma cosa fa apparire il cancro in primo luogo? Quali informazioni sono scientificamente supportate e affidabili? Nel seguente articolo vogliamo condividere con voi le principali conclusioni del Rapporto di Harvard sulla prevenzione del cancro . Questo rapporto presenta gli sforzi compiuti congiuntamente dalla Harvard Medical School e dalla Harvard School of Public Health e include i risultati di uno studio condotto in dieci anni con oltre 80 milioni di persone. Queste sono le principali conclusioni:

Grafico che mostra i fattori di rischio per lo sviluppo del cancro.

© CC-by 2.0 , Rapporto di Harvard sulla prevenzione del cancro, Fondazione per la dieta e la salute, Svizzera

1. Cattiva genetica

Nel 10% dei casi, i genitori trasmettono una mutazione genetica alla generazione successiva. A volte, tale mutazione si verifica anche durante la vita di una persona, senza trasmissione dell'ereditarietà (mutazione non ereditaria).

Abbiamo trovato circa 50 sindromi tumorali ereditarie. Le mutazioni più frequenti colpiscono i geni BRCA1, BRCA2, TP53, PTEN e APC. Questi sono geni soppressori del tumore che normalmente aiutano a riparare i danni al DNA di una cellula. In questo modo, impediscono alle cellule di crescere troppo velocemente, in modo incontrollato o dividere. Tuttavia, se il danno al DNA non viene risolto, le cellule interessate possono persino morire.

Quando la mutazione di un gene soppressore del tumore viene trasmessa da uno o entrambi i genitori alla loro prole, aumenta la probabilità che si sviluppi il cancro. Ciò non significa necessariamente che soffriranno della malattia. L'espressione del gene cancerogeno dipende sia dal modello di trasmissione della sindrome del cancro (autosomica dominante o recessiva), sia dai fattori epigenetici , che svolgono un ruolo importante nell'attivazione o nel silenziamento genico.

2. Ambiente di lavoro pericoloso

Finora sono state riconosciute nell'ambiente di lavoro 119 sostanze e circostanze che favoriscono l'insorgenza del cancro, ma ce ne sono molte altre in fase di studio.

Nel 2012 ci sono stati 8.000 decessi a seguito di agenti cancerogeni sul lavoro in Gran Bretagna, rispetto a (solo) 200 infortuni sul lavoro.2

Tra le professioni in cui esiste un rischio maggiore di entrare in contatto con agenti cancerogeni vi sono lavoratori industriali (es. Piastrellisti, pittori), professionisti della salute, minatori, operai di raffineria, artigiani, operai edili e meccanici di automobili. Il motivo è la grande esposizione a fibre di amianto, radiazioni ultraviolette, fluidi derivanti dalla lavorazione di metalli e oli minerali, gas di motori diesel, formaldeide e altre sostanze pericolose.

3. Infezioni virali

Le sei principali categorie di virus oncogenici sono il virus Epstein-Barr, il papillomavirus umano (HPV), l'epatite B, l'herpesvirus umano 8, il virus linfotropico umano a cellule T di tipo 1 e il virus dell'epatite C . 3

Tuttavia, il percorso dall'infezione virale allo sviluppo del cancro è lungo: solo alcune persone riescono a svilupparlo, e la maggior parte lo fa quando sono passati anni e persino decenni dell'infezione iniziale. Spesso l'infezione virale non è di per sé sufficiente a far apparire il cancro. Pertanto, vi sono altre circostanze e fattori ugualmente rilevanti, come il sistema immunitario della persona, la sua predisposizione genetica e persino la dieta e lo stile di vita. 3

4. Fattori di rischio nelle donne

È stato dimostrato che all'inizio (prima dell'età di 11 anni) o in ritardo (dopo i 30) delle mestruazioni, non partorendo, allattando al seno a meno di un anno o alla menopausa tardiva 4 aumenta il rischio di cancro nelle donne

5. Povertà

Secondo un rapporto condotto dall'American Cancer Society, The Culture of Poverty, Cancer and the Poor 5 , una difficile situazione finanziaria complica l'accesso delle persone con poche risorse economiche a alloggi dignitosi, cibo adeguato, informazioni su Cancro e cure mediche. Allo stesso modo, le persone con poche risorse sono anche più vulnerabili a fattori ambientali cancerogeni.

6. Inquinamento

Ci sono un certo numero di sostanze che troviamo nella nostra vita quotidiana e la cui influenza sulla nostra salute 6 possiamo a malapena limitare o, direttamente, non possiamo controllare affatto. Questa esposizione (contatto) è in grado di innescare finalmente l'insorgenza del cancro. Respiriamo alcune di queste sostanze (ad es. Radon, sottoprodotti della lavorazione del carbone e della produzione di cemento e acciaio, polveri industriali ed emissioni di veicoli 7 ), mentre altre le consumano (ad es. Inquinamento di suolo e acqua).

7. Radiazione ultravioletta (UV)

L'eccessiva esposizione alla luce solare e l'uso frequente delle lampade abbronzanti possono causare il cancro della pelle. Secondo l' OMS , uno dei tre tumori diagnosticati è la pelle 8 . Le opzioni di trattamento e i tassi di sopravvivenza sono abbastanza buoni, sebbene tutto dipenda dal resto dei fattori di rischio che entrano in gioco.

8. Trattamento medico

Per quanto ironico possa sembrare, i trattamenti medici sono la terza causa di morte negli Stati Uniti. UU. (ad es. errori, negligenza, effetti collaterali, interventi non necessari o complicanze del trattamento). 9

Pertanto, alcuni farmaci per il trattamento di specifici tumori maligni possono finire per causare la comparsa di altri tumori secondari. D'altra parte, i farmaci con attività ormonale possono aumentare il rischio di alcuni tipi di cancro correlati ai livelli ormonali. 2

9. Cibo e stile di vita

È sempre più comune che il consumo di carne (soprattutto carne rossa), la carenza di frutta e verdura nel menu, il fumo (anche nei fumatori passivi), la scarsa attività fisica, l'alcol, gli additivi alimentari e l'obesità è strettamente correlata a più della metà delle morti per cancro.

Il consumo moderato di alcol (fino a un drink al giorno), ad esempio, ha causato 5.000 casi di cancro al seno nel 2004 . Pertanto, carni lavorate, mancanza di esercizio fisico, zuccheri raffinati e obesità aumentano notevolmente il rischio di cancro al colon . In coloro che soffrono di cancro alla prostata, una dieta occidentale (il consueto consumo di prodotti a base di carne, cereali raffinati e prodotti lattiero-caseari ricchi di grassi) produce spesso un aumento significativo del tasso di mortalità. 10

Paradossalmente, dieta e stile di vita sono i fattori che la persona può maggiormente influenzare.

La comparsa del cancro non è mai dovuta in particolare a un singolo fattore, ma all'interazione di circostanze genetiche, epigenetiche, ambientali, nutrizionali e vitali.

Sebbene una persona sia geneticamente predisposta a soffrire di cancro, potrebbe non apparire mai se mantiene uno stile di vita sano e massimizza altri fattori di rischio.

Anche così, non esiste un nutriente magico o una ricetta particolare che ci aiuti a prevenire o curare il cancro. Per mantenerci sani e combattere le malattie, il nostro corpo ha bisogno dei nutrienti giusti, al momento giusto e nella giusta proporzione.

Fonti

10 fonti

  1. International Agency for Research on Cancer. World Cancer Report. International Agency for Research on Cancer, Lyon, France. March 2003.
  2. Rushton L, Hutchings SJ, Fortunato L, Young C, Evans GS, Brown T et all. Occupational cancer burden in Great Britain. British Journal of Cancer, 107(Suppl 1), S3–S7. 2012.
  3. Liao JB. Viruses and Human Cancer. The Yale Journal of Biology and Medicine. 2006;79(3-4):115-122.
  4. Eaton L. Early periods and late childbearing increase risk of breast cancer, study confirms. BMJ : British Medical Journal. 2002;324(7334):386.
  5. Heidary F, Rahimi A, Gharebaghi R. Poverty as a Risk Factor in Human Cancers. Iranian Journal of Public Health. 2013;42(3):341-343.
  6. Boffetta P, Nyberg F. Contribution of environmental factors to cancer risk. Br Med Bull (2003) 68 (1): 71-94.
  7. Huang Y-B, Song F-J, Liu Q, Li W-Q, Zhang W, Chen K-X. A bird’s eye view of the air pollution-cancer link in China. Chinese Journal of Cancer. 2014;33(4):176-188.
  8. Skin Cancer [Internet] World Health Organization 2017 cited 2017 Jan 10. www.who.int /uv/faq /skincancer/en /index1.html.
  9. Institute of Medicine (US) Committee on Quality of Health Care in America. To Err is Human: Building a Safer Health System. Washington (DC): National Academies Press (US). 2000.
  10. Yang M, Kenfield SA, Van Blarigan EL, Batista JL, Sesso HD, Ma J, Meir J. Stampfer, and Jorge E. Chavarro. Dietary Patterns after Prostate Cancer Diagnosis in Relation to Disease-Specific and Total Mortality. Cancer Prevention Research, June 1, 2015.

Commenti

Tag Cloud
 cancro   sono   del   Cancer   che   non   una   della   Per   fattori   rischio   con   persone   and   Journal   alla   Health   nel   vita   più   delle   modo   altre   Harvard   sostanze   salute   uno   stile   possono   virus